F1 2016, incidente Rosberg-Hamilton: Mercedes pensa a ordini di scuderia

Formula 1 2016: Hamilton e Rosberg dopo l'incidente in Austria si vedranno costretti a rispettare degli ordini di scuderia? La Mercedes ci pensa seriamente...

da , il

    L’incidente tra Rosberg e Hamilton nell’ultimo giro del Gran Premio d’Austria 2016 di Formula 1 è costato una doppietta già scritta alla Mercedes. Per loro fortuna, Lewis è riuscito a raggiungere il traguardo sano e salvo ed a vincere. Altrimenti, le due frecce d’argento avrebbero persino potuto regalare il successo a Max Verstappen. Dopo quanto avvenuto già in Spagna, vedere un’altra volta i propri piloti arrivare ai ferri corti e recare danno all’intera scuderia ha fatto saltare su tutte le furie Toto Wolff e Niki Lauda. I due pensano a dare nuovi ordini di scuderia. Non sembra, invece, a rischio il rinnovo di contratto di Rosberg nonostante da più parti consiglino ai tedeschi di rompere la coppia che scoppia.

    Mercedes, Wolff:”Valuteremo tutto, anche ordini di scuderia”

    Intervistato a caldo dopo il Gran Premio d’Austria oppure a mente fredda, Toto Wolff non cambia atteggiamento:“Non è possibile andare ancora avanti in questo modo - ha affermato il team principal della Mercedes facendo riferimento all’incidente tra Rosberg ed Hamilton - con due macchine davanti dovevamo fare una doppietta. I nostri piloti devono ricordarsi che c’è tanta gente che lavora sulla vettura e non possiamo trovarci ancora in queste situazioni. D’ora in poi valuteremo tutto. Anche il dare ordini di scuderia”.

    Mercedes, Lauda:”Certe cose non devono accadere”

    “Posso capire che Nico aveva dei problemi ai freni, ma non doveva succedere quello che è successo”, ha dichiarato Niki Lauda allineandosi alla vena polemica già esternata da Toto Wolff. “Adesso parleremo con Hamilton e Rosberg per far sì che arrivino risultati migliori per la squadra. A noi non ci interessa se vince l’uno o l’altro e diamo loro la massima libertà di sfidarsi ma non possiamo perdere una doppietta già fatta come è accaduto a Zeltweg”, ha aggiunto il tre volte iridato.

    Mercedes, Hamilton:”Va bene così, vogliamo battagliare!”

    A chi non piace l’idea di avere ulteriori limitazioni nel duello con il compagno di squadra è Lewis Hamilton. Il pilota inglese chiede alla Mercedes di non interferire in alcun modo, anzi – se possibile – di dare ancor più libertà:“Non vorrei tornare agli ordini di scuderia. E’ fantastico essere liberi di giocarcela in ogni occasione, perché è così che si rispetta lo spirito delle competizioni. Anche se capitano momenti difficili, fa parte del gioco. Siamo piloti di auto velocissime ed è normale che a volte non tutto vada per il verso giusto. Ma spero che non cambi nulla dopo questo episodio”.

    Incidente Rosberg-Hamilton: secondo Horner la coppia è scoppiata

    Il vaso è ormai rotto. E’ andato in mille pezzi e nessuno lo potrà più aggiustare. E’ questo, in sintesi, il pensiero di Christian Horner della Red Bull che ha ancora nella mente le ruotate che si dettero ai tempi Vettel e Webber:“Secondo me la Mercedes non può andare avanti con questi due piloti. Non può più tenere questa coppia soprattutto pensando ad episodi come questo incidente. Sicuramente continueranno ad avere problemi anche in futuro. Ormai è inevitabile”. La replica di Toto Wolff non si è fatta attendere. Per il momento, il manager austriaco ha preso una posizione piuttosto morbida nei confronti di Rosberg:“Faremo delle valutazioni ma è certo che questo episodio non pregiudica le possibilità di rinnovo del contratto di Nico. Noi valutiamo l’insieme del suo lavoro e non una singola parte”.