F1 2016, Marchionne: “In Ferrari tutti terrorizzati dal 1° GP dell’anno”

Formula 1: Marchionne invita gli uomini Ferrari a lavorare sodo per sfornare una macchina vincente nel 2016 e lo fa dicendo loro che la prossima primavera sarà un vero incubo da attendere con timore poiché nel primo GP dell’anno arriveranno i veri verdetti sulla qualità del lavoro svolto

da , il

    Gli uomini della Ferrari devono attendere con terrore la prima gara della stagione 2016 di Formula 1. E’ questo il concetto che spara un Sergio Marchionne in grande forma durante la conferenza stampa di fine anno. “Vincere il mondiale è un’ottima idea – ha scherzato il presidente del Cavallino Rampante – la squadra quest’anno c’era. La macchina poteva essere fatta un po’ meglio ma sono molto soddisfatto soprattutto pensando a dove eravamo ad inizio stagione” . Diventato immediatamente serio, il presidente della Ferrari ha lanciato un messaggio chiaro ai suoi: ”Se posso dare un consiglio, è quello di essere terrorizzati dall’arrivo della primavera. Il mondiale si vince in inverno ma il risultato del lavoro si vede quando si arriva a Melbourne. Solo lì si scopre che tipo di lavoro è stato fatto. La mia squadra deve soffrire nel non sapere cosa sta facendo la Mercedes: solo così potremo lavorare senza rilassarci” .

    Marchionne: “La Mercedes ora ci rispetta”

    Marchionne appare mostruosamente determinato. Un vero leader, un trascinatore che prova a far tremare la terra sotto ai piedi anche della Mercedes: ”Andiamo ad affrontare una stagione veramente dura. Quando in passato parlavo con Zetsche (presidente Mercedes, ndr) lui si mostrava piuttosto arrogante nei confronti della Ferrari. Ora penso che abbia un po’ più di rispetto, ma poca roba, perché alla fine il Mondiale lo hanno vinto loro. L’unica maniera in cui ci rispetterà del tutto è se gli faremo vedere qualcosa in Australia”. Il capo del Cavallino Rampante, però, non nega di avere profondo rispetto per il potenziale che i tedeschi possono esprimere: ”Li ho sempre considerati dei rivali da temere, perché parliamo di un’azienda che non solo dispone di un budget importante, ma ha anche delle grandi capacità tecniche. Noi abbiamo già fatto grandi passi in avanti nel 2015 ma puntiamo a fare ancora meglio per il 2016. Al primo Gran Premio del prossimo anno capiremo se saremo riusciti a colmare il divario. In definitiva, rispetto la Mercedes ma non mi fa paura”, ha sentenziato.

    E la Ferrari apre a nuovi competitors

    Al di là dell’ostruzionismo fatto negando la propria power unit alla Red Bull con il chiaro fine di non favorire un rivale diretto, Marchionne si mostra ben disponibile all’arrivo di nuovi costruttori in Formula 1 e vede la rivalità con la Mercedes sin troppo restrittiva: ”Ho incoraggiato a suo tempo l’amministratore delegato della Volkswagen ad entrare. E’ strano che manchi l’azienda automobilistica più grande del mondo. E’ importante che ci siano i veri costruttori. E’ importante che ci sia di nuovo la Renault con un suo team. E non va dimenticata la presenza delal Honda anche se mi sembra rimasta un po’ vittima delle decisioni di Ron Dennis…”, ha osservato.