F1 2016, McLaren contro Red Bull: tensioni e frecciate tra Dennis e Horner

F1 2016, McLaren contro Red Bull: tensioni e frecciate tra Dennis e Horner

    F1 2016, McLaren contro Red Bull: tensioni e frecciate tra Dennis e Horner

    In vista della stagione 2016 di Formula 1, registriamo un’interessante dichiarazione di Christian Horner. Il capo del team Red Bull ammette che il tanto atteso accordo di fornitura delle power unit è stato siglato ma non si sbilancia oltre. “Non posso dire ancora nulla, salvo che Ron Dennis non sarà felicissimo”, è stato il commento scanzonato del team principal di Milton Keynes. A cosa sta facendo riferimento? Nessuno crede che sia riuscito a strappare una collaborazione con la Honda. E allora? Allora, mettendo insieme i pezzi, ci salta alla mente che recentissimamente la Red Bull è riuscita a portar via dalla McLaren lo storico sponsor Tag Heuer e che forse chiamerà proprio così i suoi motori. L’azienda svizzera che produce cronografi, infatti, era già stata protagonista di un’azione simile a metà anni ’80 quando mise il suo brand sui propulsori che la Porsche forniva proprio alla McLaren.

    “Non credo che Ron Dennis sarà molto felice tra un po’, ma ultimamente non lo è stato praticamente mai”, ha scherzato Christian Horner sviando le domande dei giornalisti che ad Abu Dhabi volevano avere degli aggiornamenti sulla situazione delle power unit che spingeranno le Red Bull nella stagione 2016 di Formula 1. Se il capo della scuderia del beverone fosse riuscito a mettere a segno questo colpo, vedrà la propria posizione decisamente meno a rischio. Indicato come il “golden boy” dei team principal, tra la perdita del talentuoso Vettel, il disimpegno di Newey ed il pasticcio combinato con i motori Renault, ha visto il proprio prestigio cadere in picchiata.

    Ron Dennis non è certo il tipo che si lascia scorrere addosso le provocazioni. Di fronte all’atteggiamento della Red Bull, replica in modo duro:“Christian sta vivendo un momento difficile e tutto a causa delle sue azioni. Capisco che è stato al centro di molte pressioni e che ha dovuto fare scelte importanti per mettere il suo team in una posizione migliore”. Quanto agli affari di casa propria, il capo della McLaren sostiene di vedere la luce in fondo al tunnel e promette un grande 2016:“Abbiamo imparato molto quest’anno e ora sappiamo come risolvere i problemi. Stiamo lavorando già da tempo al motore 2016 quindi faremo un passo in avanti importante in griglia di partenza”. Nonostante la perdita continua di sponsor, il già citato storico partner Tag Heuer in primis, Dennis assicura anche sulla solidità finanziaria del Gruppo:“Abbiamo un valore che supera il miliardo di sterline e siamo sempre in attivo. Ci sono sponsor in arrivo che hanno più valore di quelli che se ne sono andati”, ha concluso.

    597

    PIÙ POPOLARI