F1 2016, mercato motori: Toro Rosso con Ferrari e Sauber con Renault?

F1 2016, mercato motori: Toro Rosso con Ferrari e Sauber con Renault?

    F1 2016, mercato motori: Toro Rosso con Ferrari e Sauber con Renault?

    Non c’è solo il mercato piloti a tenere banco in questa calda estate. In vista della stagione 2016 di Formula 1, a causa della decisione della Red Bull di rompere anzitempo il contratto con Renault per passare alle più performanti power unit griffate Mercedes, sta per scaturire un effetto a catena che risparmierà ben pochi attori. Rompendo con i transalpini in modo drastico e tutt’altro che amichevole, infatti, il clan del beverone energetico dovrà trovare anche una fornitura per la scuderia Toro Rosso. Per il team di Faenza è in pole position la Ferrari. La Renault, però, non sta a guardare e, mentre tratta l’acquisto della Lotus, trova nella Sauber un partner interessato – magari dal 2017 – ad iniziare una nuova e proficua collaborazione.

    A lanciare il sasso sono quelli di Auto Motor Und Sport che parlano di buona intesa tra Franz Tost della Toro Rosso e Maurizio Arrivabene della Ferrari. Intesa tale da far pensare ad un ritorno del Cavallino Rampante in quel di Faenza. Sfogliando la margherita dei nomi, infatti, appare improbabile un prosieguo con Renault per via dei rapporti ormai del tutto consumati con i francesi. Appare impossibile un accordo con la Honda che, al momento, vuole crescere dando la priorità alla McLaren. Appare difficile che si arrivi ai Mercedes poiché i tedeschi già forniscono un importante numero di team.

    Dalla Svizzera, stando a quanto riportato dalla testata Blick, sostengono che la lunga partnership tra Ferrari e Sauber potrebbe essere al capolinea. Le ragioni? Da una parte il team di Hinwil teme che l’arrivo di Haas possa spostare le preferenze del Cavallino per gli americani come team satellite di riferimento, troncando le virtuose collaborazioni sfruttate con reciproca soddisfazione da entrambe le parti. Dall’altra, Peter Sauber è corteggiato dalla Renault che, nel caso in cui non riuscisse ad acquistare la Lotus, starebbe cercando un nuovo partner da prendere come punto di riferimento. Difficilmente, comunque, qualcosa si muoverà già dal 2016. Molto più probabilmente, se lo storico passaggio da Ferrari a Renault dovrà avvenire, sarà nel 2017.

    Come abbiamo detto in apertura, tutto ruota attorno al clamoroso divorzio tra Red Bull e Renault con tanto di passaggio dei bibitari alla motorizzazione Mercedes. Da fantascienza a realtà, il passo è stato brevissimo. Tant’è che ormai persino Toto Wolff non nega: “Non è intelligente aiutare un diretto concorrente per il titolo - ha ammesso alla Bild – ma una collaborazione tra Mercedes e Red Bull farebbe aumentare l’attenzione verso il nostro mondo. Noi pensiamo che ogni mossa vada fatta pensando anche al bene del Circus per cui sarebbe buono. Ovviamente non vogliamo perdere il nostro vantaggio ma pensiamo che si debba trovare un maggiore equilibrio nelle prestazioni in pista e dobbiamo assumerci anche noi certe responsabilità nel rispetto della F1 e degli appassionati. Inoltre, una Red Bull motorizzata Mercedes darebbe più importanza anche ai nostri eventuali successi”.

    651

    PIÙ POPOLARI