F1 2016, Mercedes ritratta: “Hamilton non ha distrutto la stanza del motorhome di Baku”

Formula 1 2016: La Mercedes smentisce le parole Lauda che aveva rivelato di un Hamilton furioso a Baku, tanto da aver distrutto la stanza del motorhome.

da , il

    Niki Lauda ritorna sui suoi passi o meglio lo fa l’intera Mercedes. L’ex pilota aveva infatti dichiarato all’ emittente austriaca Servus Tv che Lewis Hamilton aveva fatto il “matto” dopo il Gran Premio di Baku, mettendo a soqquadro la propria stanza nel motorhome delle frecce d’argento. Tutto vero fino a ieri, poi oggi è arrivato il comunicato stampa della scuderia tedesca che ha di fatto cambiato completamente la versione. “Non è vero che Lewis ha danneggiato la sua camera o il suo motorhome di Baku – si legge nella nota della scuderia di Stoccarda -, e neppure che la relazione con Nico sia turbolenta come è stato scritto in questi giorni”.

    Hamilton ha veramente distrutto la stanza del motorhome di Baku?

    E’ stato Niki Lauda a lanciare l’indiscrezione. Poco più di due settimane fa, Lewis Hamilton - furioso, nervoso e deluso per aver sbagliato le qualifiche del GP di Baku – è tornato nel motorhome ed ha distrutto la propria stanza. Ora la smentita ufficiale ma resta qualche dubbio su ciò che sia realmente successo durante quel weekend. Questo fatto, comprese le smentite, spiegano e dimostrano che il campione del mondo in carica è veramente sotto pressione per non riuscire più a tenere sotto controllo il talento di Nico Rosberg. Conferma che la lotta tra i due è spietata ed equilibrata. Altro che calo di concentrazione da parte del pilota inglese: niente affatto, anzi, dopo aver vinto due titoli di fila, non ci sarebbe smacco più grande che trovarsi meno forte del proprio compagno di squadra. Perché, va detto, se Rosberg vincesse il titolo, andrebbero riscritte un po’ di pagine di storia della Formula 1. E la posizione di Hamilton, da mito assoluto, scenderebbe a rango di “semplice” campione.

    Lauda:”Hamilton sente la tensione e mente”

    Lewis Hamilton è un pavone vanitoso e non accetta proprio di scendere nelle gerarchie dei piloti più forti di tutti i tempi. Vuole mettere il suo nome accanto a quello di Senna e Schumacher. Non si accontenta di essere uno dei tanti/pochi pluricampioni del mondo. Sa benissimo, quindi, che non può permettersi di essere battuto da Rosberg. L’inizio di stagione 2016 di F1 è stato difficile ma sopportabile. Ora che si entra nel vivo, invece, non accetta di fare altri errori o regali all’avversario. Niki Lauda ha ben spiegato quale sia il clima in casa Mercedes:“Dopo l’errore in qualifica mi ha detto ‘non venire nella mia stanza, distruggerò tutto’. Naturalmente ha fatto diversi danni e dovrà pagarli tutti di tasca sua”, ha rivelato l’ex campione austriaco a Servus Tv. Anche quando dice di rispettare Rosberg, sta mentendo. Lui vuole tenere calme le acque in una sfida molto tesa che vede Nico ancora avere la meglio in classifica”, ha aggiunto Lauda.

    Mercedes: soluzioni anche drastiche, Wehrlein in allarme

    La situazione in casa Mercedes è talmente tesa che Toto Wolff sta pensando a misure drastiche come quella di dare ordini di scuderie oppure, addirittura, sospendere uno dei due piloti per qualche gara qualora arrechi ancora danni al team. In effetti, il team di Brackley può contare sul talento di Pascal Wehrlein come alternativa di lusso. Fresco di aver portato il primo punto in classifica mondiale nella storia del team Manor, ora ambisce ad un salto di qualità. Le porte della Mercedes come pilota titolare saranno ancora chiuse almeno fino a tutto il 2018. Salvo cataclismi. Tuttavia, potrebbe essere lui il nuovo uomo della Force India qualora Sergio Perez andasse a finire in Ferrari.