F1 2016, Mercedes: task force per migliorare le partenze

F1 2016, Mercedes: task force per migliorare le partenze
da in Formula 1 2017, Mercedes F1, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1 2016, Mercedes: task force per migliorare le partenze

    I primi due Gran Premi della stagione 2016 di Formula 1 hanno confermato che la Mercedes è la macchina da battere. La W07 è veloce e solida. Ha solo un punto debole: la partenza. A causa di questo difetto, nonostante sia in Australia che in Bahrain la Ferrari abbia avuto problemi di affidabilità, ha faticato non poco ad ottenere la vittoria. Intercettato da motorsport.com, Toto Wolff ha confermato che sarà fatto un lavoro eccezionale per migliorare lo scatto al via e sarà chiesta la collaborazione anche alla Daimler.

    “Ci stiamo impegnando assieme alla nostra casa madre per ottimizzare la partenza andando a trovare alternative per migliorare la calibrazione e l’utilizzo dei pezzi a nostra disposizione”, ha dichiarato Toto Wolff facendo riferimento a problemi prettamente di componentistica anziché di mappature elettroniche. “Si tratta di un processo a lungo termine che non darà frutti nell’immediato”, ha aggiunto il team principal della Mercedes che non ha dimenticato di lanciare una frecciatina anche ai propri piloti:“Potrebbe essere anche semplicemente loro colpa il fatto che le partenze non siano state ottime. In Bahrain, ad esempio, Rosberg ha fatto entrare l’anti-stallo nel giro di formazione dopo essere partito per errore con la seconda marcia…”

    Anche Lewis Hamilton ha ammesso che la brutta partenza di Sakhir è sua responsabilità. Scattava dalla pole position ma si è trovato risucchiato nel caos della prima curva fino a farsi centrare da un Bottas distratto. “In effetti la mia macchina si è danneggiata subito e non potevo fare di più. Ma credo che stavolta sia stata colpa mia la pessima partenza. A Melbourne c’era stato un problema, qui no. Dovremo lavorarci sopra per cercare di capire gli errori ed evitare che si ripetano”, ha ammesso il tre volte iridato poco prima di rendersi protagonista dell’ennesima notte brava tra alcol, donne, fumo e tuffi in piscina, puntualmente raccontata sui suoi social network e altrettanto puntualmente rimossa dai suoi curatori d’immagine.

    “La Ferrari è davvero vicina e ancora non hanno fatto vedere cosa sono capaci di fare - ha spiegato Nico Rosberg dopo la vittoria nel GP del Bahrain - io mi sono limitato a controllare la gara ma loro sono migliorati tantissimo e stanno pagando un po’ la sfortuna”, ha ricordato. La verità è che la Mercedes è ancora nettamente più forte della SF16-H che quest’anno, nel tentativo di fare un salto in avanti deciso, ha messo a repentaglio l’affidabilità. Ciò significa che Vettel e Raikkonen non hanno nessuna speranza di poter dire la loro in ottica titolo mondiale di Formula 1 e che, nel migliore dei casi, le Rosse dovranno aspirare a vincere qualche gara, magari qualcuna in più rispetto alle 3 del 2015. Tutto qua. Ci aspettavamo verdetti dalle prime gare dell’anno. Sono arrivati. Eppure sembra che quasi nessuno se ne sia accorto.

    642

    PIÙ POPOLARI