F1 2016, papà Hamilton:”Per Lewis altri 7 anni di vittorie”

F1 2016, papà Hamilton:”Per Lewis altri 7 anni di vittorie”
da in Formula 1 2017, Lewis Hamilton, News F1

    F1 2016, papà Hamilton:"Per Lewis altri 7 anni di vittorie"

    A poco più di un mese dall’inizio della stagione 2016 di Formula 1, il Circus si divide tra chi indica Lewis Hamilton come facile predestinato all’ennesima stagione trionfale e che scommette ad occhi chiusi sulla Mercedes di Nico Rosberg o sulla Ferrari di Sebastian Vettel. Intervenuto sul tema, il papà Anthony, conferma che il suo ragazzo ha intenzioni serie. Almeno fino a 38 anni:“Penso che Lewis dovrà partire con il piede giusto e potrà ripetere il dominio del 2015 – ha riferito a Sky Sports – ha un grande talento e certe capacità non si perdono mai. Adesso ha 31 anni e può ancora crescere. Ha di fronte a sé almeno altre 7 stagioni al top e sono sicuro che arriveranno altri titoli mondiali”.

    “Non dimenticate che è uno spirito competitivo a cui piacciono le corse e soprattutto le vittorie”, ha concluso il padre di Lewis Hamilton mettendo in guardia tutti gli avversari. Sul tema è intervenuto anche Felipe Massa che con Hamilton ha avuto qualche incontro ravvicinato di troppo qualche stagione fa. Poi il rapporto tra i due si è ricomposto ed ora il brasiliano si prende la briga di dargli persino dei consigli:“Il fatto che Rosberg abbia vinto le ultime tre gare dello scorso anno significa che forse Hamilton non era abbastanza concentrato anche a causa del fatto che aveva fatto un gran lavoro sin dalla prima gara per poter ottenere il titolo in anticipo. Penso proprio che vedremo un Lewis più concentrato quest’anno. Non penso che avrà modo di rilassarsi se vuole avere la meglio su Nico”.

    Felipe Massa è anche quello che ha perso un titolo mondiale contro Lewis Hamilton nel 2008 per un solo punto. Eravamo all’ultima curva, dell’ultimo giro, dell’ultimo Gran Premio. La gara, oltretutto, era quella del Brasile. Sarebbe venuta giù la tribuna centrale di Interlagos se Hamilton non fosse riuscito a superare Glock. Ma questa storia già la conosciamo. Così come sappiamo che il fenomeno anglocaraibico, dopo quel primo alloro in Formula 1, ha trovato in Mercedes la macchina giusta al momento giusto per entrare nell’Olimpo dei pluri-iridati mentre il pilota brasiliano, complice anche il brutto incidente di Budapest nel 2009, è diventato l’ombra di sé stesso per almeno un lustro. Passato alla Williams, Massa ha trovato una seconda giovinezza. A sancirne la rinascita è l’amico nonché tecnico di fiducia Rob Smedley:“Non ha mai perso il suo talento ma rispetto al passato è migliorato grazie all’esperienza - ha dichiarato ad Autosport – In Williams si trova a suo agio meglio di quando era in Ferrari, perché è una persona che ha bisogno di sentirsi ascoltata e rispettata. Nel 2008 si poteva correre sempre al limite, non c’era da risparmiare le gomme. Questo faceva la differenza per lui. Ma ora Felipe ha capito come sfruttare gli pneumatici. Lo dimostra il fatto che stia dando del filo da torcere a Bottas che è un fantastico pilota”.

    632

    PIÙ POPOLARI