F1 2016, Renault fa sul serio: obiettivo Alonso! E Briatore dice che…

Formula 1 2016: la Renault torna con grandi ambizioni e motivazioni. Sul piatto 300 milioni all'anno per arrivare a vincere entro 2 anni. E l'obiettivo è ingaggiare Fernando Alonso!

da , il

    E’ il capo della Renault in persona, Carlos Ghosn, a confermare che la scuderia di Formula 1 è stata rifondata per fare sul serio. I risultati non arriveranno domani ma probabilmente tra qualche anno. E il pilota candidato a raccogliere i frutti di tanto lavoro e tanti investimenti potrebbe essere quel Fernando Alonso che fino ad oggi, tra Ferrari e McLaren, ha sempre puntato su scommesse perdenti. “Certo che mi piacerebbe prendere Alonso”, ha confermato il presidente della casa francese in occasione della presentazione della monoposto che correrà nella stagione 2016 di Formula 1.

    Renault: “Tornati per restare, tornati per vincere”

    Non spetta a me ingaggiare Alonso, sarà il team a decidere – ha precisato Ghosn - durante gli anni passati in Formula 1 ho conosciuto molte persone e molti piloti. Devo dire che Fernando è senza dubbio uno dei migliori”. Il presidente Renault ha spiegato anche i motivi del ritiro e le ragioni del ritorno:“Lasciammo in un momento di crisi che vide sparire anche marchi come Honda e Toyota. Ora la situazione è diversa. Crediamo sia arrivato il momento giusto per far fruttare la nostra esperienza e recuperare la storia del nostro brand in F1″. Stando a quanto dichiarato dai vertici del team, l’investimento programmato ammonta a 300 milioni di Euro all’anno:“E’ la stessa cifra che avremmo dovuto investire in pubblicità per avere un ritorno analogo a quello che dà la presenza in F1″, ha spiegato Ghosn.

    Briatore: “Progetto Renault è a lungo termine”

    Intervistato dall’AdnKronos, Flavio Briatore ha detto la sua sul ritorno della Renault in Formula 1:“Sono sicuro che se si sono presentati è perché hanno un progetto solido. Vincere non è facile e ci vorranno almeno due stagioni ma credo che la squadra abbia un gran potenziale. Sarà interessante vedere cosa combineranno”, ha ammesso l’ex team principal dei transalpini. Briatore ha commentato anche il duello al vertice tra Ferrari e Mercedes che caratterizzerà la stagione 2016:“Mercedes ha ancora un vantaggio tecnico importante rispetto alla Ferrari. Non sarà facile arginare il loro dominio ma per il bene della F1 c’è bisogno che almeno due team siano in lotta tra loro. Meglio se quattro…”

    Renault F1: ingaggiato Chris Dyer

    La Renault vanta ad oggi un personale di circa 450 unità. L’obiettivo è crescere in fretta ed arrivare a quota 650. Un tassello che fa più qualità che quantità è Chrs Dyer. L’ex ingegnere di pista della Ferrari finito nel dimenticatoio in quanto colpevole dell’errore strategico che ha portato via il mondiale 2010 proprio a Fernando Alonso, torna finalmente al lavoro in F1. Passati alcuni anni nel DTM, ora è al servizio della scuderia di Enstone. Prenderà il posto di Ayao Komatsu che ha scelto di andate alla Haas per seguire le sorti di Romain Grosjean.