F1 2016, Renault: Maldonado scaricato… a malincuore

F1 2016, Renault: Maldonado scaricato… a malincuore

    F1 2016, Renault: Maldonado scaricato... a malincuore

    Mentre si concretizza sempre più l’addio di Pastor Maldonado al ruolo di pilota titolare per il team Renault nella stagione 2016 di Formula 1, la scuderia di Enstone spende belle parole su di lui. A lanciarsi nell’impresa è soprattutto Alan Permane. Il capo delle operazioni in pista, intervistato da Autosport, ha raccontato le grandi quanto inedite doti di collaudatore del venezuelano:“Ha una grande esperienza da cui attingere. E’ un grande pilota, molto bravo a dare feedback ogni volta che si siede in macchina. E’ uno dei suoi pregi migliori anche perché è molto competente”.

    Alan Permane prova anche a togliere un po’ l’etichetta di pilota casinista che Pastor Maldonado si è cucito addosso:“Certo che Pastor è Pastor. E’ un pilota molto veloce che nell’ultima parte della stagione scorsa ha dimostrato anche di essere costante. Il suo lato più selvaggio sembra essere diminuito ma le persone continuano a ricordarsi soprattutto della sua storia e questo finisce con il penalizzarlo. E’ un qualcosa di cui abbiamo parlato a lungo anche tra di noi. Lui sa che deve correre pulito”, ha spiegato il tecnico Lotus quasi a voler confezionare uno spot promozionale per il proprio ex pilota. In verità, pare che Maldonado non abbia mercato in F1. Gli unici interessati a lui sarebbero quelli della Manor ma la crisi dello sponsor PDVSA rende la valigia del buon Pastor così leggera da non riempire gli occhi nemmeno della cenerentola dello schieramento. Per lui si profila un futuro nei campionati a stelle e strisce.

    Secondo fonti inglese, mancano appena 48 ore all’ufficializzazione dell’ingaggio da parte della Renault di Kevin Magnussen. Il giovane danese è già stato in fabbrica a prendere le misure per il sedile ed ha iniziato a conoscere la nuova monoposto tramite una sessione di lavoro al simulatore.

    L’altro pilota Renault risponde al nome del debuttante Jolyon Palmer. Figlio d’arte come per il caso di Kevin Magnussen, nel palmares del 25enne inglese spicca la vittoria nel campionato GP2 del 2014. Nel 2015 ha ricoperto solo il ruolo di terzo pilota Lotus partecipando a diverse sessioni di prove libere. Nei giorni scorsi ha ufficializzato tramite l’account Twitter che il suo numero di gara sarà il 30.

    505

    PIÙ POPOLARI