F1 2016: Smedley lascia la Williams per andare in Haas?

F1 2016: Smedley lascia la Williams per andare in Haas?

    F1 2016: Smedley lascia la Williams per andare in Haas?

    Secondo quanto riportato da Autosprint, già in vista della stagione 2016 di Formula 1, potrebbe avere luogo un interessante passaggio di Rob Smedley dalla Williams al debuttante team Haas. Per l’ex ingegnere di pista di Felipe Massa, si tratterebbe di un riavvicinamento a Maranello dove ha lasciato un buon ricordo. Sempre parlando di passaggi dall’Emilia verso Grove, si vocifera anche che l’attuale direttore della Ferrari Driver Academy possa lasciare il comando al direttore sportivo Massimo Rivola per seguire personalmente la carriera del 17enne canadese Lance Stroll, il quale sarebbe in procinto di diventare terzo pilota proprio alla corte di Frank Williams.

    Parliamo un attimo di Lance Stroll per dire che è a tutti gli effetti un predestinato. Sul suo talento, aspettiamo ancora qualche anno prima di pronunciarci. Sul resto, scommettiamo ad occhi chiusi. Basti dire che suo padre, Lawrence Stroll, è un imprenditore miliardario che spazia dal fronte della moda a quello dei motori. Ha accordi di natura commerciale anche con la Ferrari della quale è importatore per il Nord America oltre che sfegatato collezionista. Un paio d’anni fa sembrava sul punto di acquistare la scuderia Sauber. Ora si dice che sia pronto ad entrare nel pacchetto azionario della Williams andando a rilevare le quote ancora in possesso di Toto Wolff. Se due indizi fanno una prova, intanto registriamo che Susie Wolff ha recentemente lasciato il team di Grove ed il suo ruolo di terza guida dando l’addio per sempre alle sue speranze di guidare in Formula 1. Per focalizzare al meglio gli sforzi e le potenzialità del figlio che nel 2015 ha corso per la Ferrari Driver Academy nel campionato di F3 concludendo al quinto posto, Lawrence Stroll avrebbe chiesto personalmente a Baldisserri di seguirlo trasferendosi in Inghilterra.

    La Williams dovrà affrontare un inverno difficile. Il salto di qualità da fare per tenere il passo di Mercedes e Ferrari è enorme. Inoltre, dovrà controllare quelli che arrivano da dietro. Red Bull e Lotus-Renault non staranno a scherzare. La Force India è in continua crescita e conta sullo stesso motore. La McLaren-Honda non potrà restare così lontano ancora a lungo. Felipe Massa guarda soprattutto a chi gli sta davanti e chiede ai suoi tecnici uno sforzo extra per colmare il gap dai primi:“Per lottare per il titolo dovremo fare uno sviluppo triplo da qui all’inizio del prossimo campionato - ha spiegato a ESPN – la Mercedes è molto forte ma in Formula 1 è normale che ci sia un team superiore agli altri. E’ quasi sempre stato così. Solo in qualche occasione le squadre in lotta sono state due o più. Al pubblico piace avere molto equilibrio ma la storia della F1 dice che questo accade raramente”, ha ricordato.

    Felipe Massa è stato squalificato dall’ordine di arrivo del GP del Brasile per la temperatura troppo elevata degli pneumatici registrata all’inizio della gara. La Williams ha fatto marcia indietro, decidendo di non fare ricorso:“Non condividiamo la decisione ma abbiamo deciso di non fare appello - si legge in una nota del team di Grove – non vogliamo tirare per le lunghe questo episodio e non vogliamo distrarci dal lavoro per il 2016. Oltretutto, la squalifica non va ad incidere sulla nostra posizione in classifica per cui sarebbe solo uno spreco di risorse economiche e mentali”.

    725

    PIÙ POPOLARI