F1 2016, Vettel sfida Hamilton: “Costanza Ferrari ci fa ben sperare”

Formula 1 2016: Vettel auspica una Ferrari competitiva e costante come arma per battere Hamilton e le Mercedes ma il campione in carica ammette che il vantaggio del suo team è ancora ampio...

da , il

    Si mormora che la nuova Ferrari che scenderà in pista nella stagione 2016 di Formula 1 stia dando qualche inatteso problemino di troppo nell’affidabilità. In vista del debutto che avverrà il prossimo 22 febbraio nei test di Barcellona, gli uomini di Maranello devono assolutamente mettere a posto questo aspetto se vogliono tentare di rivaleggiare con le Mercedes. Lo sa bene Sebastian Vettel che ha fatto della regolarità di rendimento, il suo punto forte nel 2015. Tanto che fino ad oltre metà stagione sembrava persino in grado di poter impensierire Lewis Hamilton. La sfida con il tre volte iridato è lanciata anche per il 2016 ma il campione in carica fa sfoggio di grande sicurezza nei propri mezzi ed avvisa:“Domineremo anche quest’anno”.

    Vettel chiede alla Ferrari costanza di rendimento

    “Il nostro obiettivo è trovare una buona affidabilità e dare continuità ai risultati, perché sappiamo che è questo l’unico modo che abbiamo per vincere il prossimo campionato”, ha spiegato Sebastian Vettel ai connazionali di Auto Bild Motorsport ricordando che nel 2015 è rimasto a secco di punti al termine del Gran Premio solo in due occasioni. “Vincere delle gare con la Ferrari è qualcosa di bellissimo e ora sono determinato a sperimentare la sensazione di vincere anche il titolo con questa squadra”, ha sottolineato il pilota tedesco.

    Hamilton: “Domineremo anche nel 2016″

    Ci pensa Lewis Hamilton a dire la verità ed a mettere le cose in chiaro. La Ferrari ha velleità e speranze che tali resteranno:“Abbiamo un vantaggio che ci consentirà di stare davanti a tutti almeno per un altro anno – si legge su Autosport – Ovviamente non si può mai sapere cosa succederà realmente e ci aspettiamo un calo nel divario della prestazione ma abbiamo comunque una base molto solida”. Autorevoli esperti hanno stimato che il vantaggio reale delle Mercedes rispetto alle Ferrari sia stato a fine 2015 ancora superiore al mezzo secondo al giro. Secondo molti, infatti, la scuderia tedesca ha girato sempre tenendosi un po’ di “riserva” di potenza per non mostrare tutte le proprie carte quando non era necessario. Se sarà confermato questo scenario, quindi, Hamilton avrà ancora una volta come unico rivale il compagno Nico Rosberg:“Nelle ultime 3-4-gare ho avuto dei problemi – ha ammesso il pilota inglese – ma penso che continuerò a crescere. Mi sento giovane, forte e motivato. Vedo davanti a me una montagna ancora tutta da scalare…”, ha concluso.