F1 2017: Alonso studia il divorzio dalla McLaren-Honda

Fernando Alonso non vuole passare un'altra stagione senza vittorie! Secondo Mark Webber, preferirà mollare la McLaren e la Honda senza aspettare ancora

da , il

    F1 2017: Alonso studia il divorzio dalla McLaren-Honda

    Fernando Alonso sta pensando di lasciare la McLaren-Honda prima del termine della stagione 2017 di Formula 1. Il debutto nel Gran Premio d’Australia ha confermato i peggiori auspici per la MCL32 realizzata dal gruppo di lavoro anglo-nipponico. La monoposto anche quest’anno è lenta e fragile. Come ha rivelato l’amico Mark Webber che ha avuto modo di passare diverso tempo con Alonso a Melbourne, il due volte iridato avrebbe finito la pazienza e sarebbe pronto a mollare tutto pur di non passare un altro anno tra inferno e purgatorio. Contemporaneamente, la stessa McLaren sta studiando come lasciare la Honda per tornare con Mercedes ed i giapponesi stanno trattando con Williams e Force India per trovarsi un altro partner. Decisivi, su tutti i fronti caldi, saranno i progressi che i motoristi nipponici riusciranno a fare da qui a giugno.

    F1 2017: Alonso ha finito la pazienza, parola di Webber

    “Alonso potrebbe non restare a lungo nel team”, ha dichiarato Mark Webber ai giornalisti presenti nel Gran Premio d’Australia. I due sono amici da tempo e non è assurdo credere che lo spagnolo gli abbia confidato cosa realmente gli frulla in testa. Al di là delle dichiarazioni di facciata, la vicenda è – sportivamente parlando – drammatica. E Webber lo conferma:“Stoffel rischia di avere un nuovo compagno di squadra. Vandoorne ha tanti anni davanti a sé e può pazientare, può fare esperienza restando in ombra e senza pressioni addosso mentre per Alonso è diverso: è nella fase conclusiva della sua carriera e non può perdere altre occasioni. Fernando è molto frustrato, perché non è qui per arrivare sesto o settimo. Non gli interessa arrivare a punti ma lui vuole lottare per il podio”. Parole confermate anche dal diretto interessato:“Mi interessa solo vincere e ora vedo questa possibilità piuttosto lontana”.

    F1 2017, crisi McLaren-Honda: anche Vandoorne critica la macchina

    In effetti Stoffel Vandoorne, a differenza di Fernando Alonso, può persino beneficiare nel suo anno di debutto di una McLaren-Honda fuori dai riflettori. Eppure, il talento belga si allinea al collega spagnolo nel criticare apertamente le scarse prestazioni della McLaren MCL32:“L’unica cosa positiva del primo GP dell’anno è che sono riuscito ad arrivare in fondo alla gara. Però, non ho potuto lottare per niente. Siamo realmente in un’altra categoria. Siamo ultimi e con un pacchetto per nulla competitivo”, è stato il laconico commento di Vandoorne. “E’ normale non essere contenti della situazione quando becchi 3 secondi al giro. Speriamo di migliorare tra Cina e Bahrain quando poteremo in pista delle novità ma sappiamo che ci vorrà tempo”.