F1 2017, anteprima: sarà Vandoorne la rivelazione dell’anno

F1 2017, anteprima: sarà Vandoorne la rivelazione dell’anno

    F1 2017, anteprima: sarà Vandoorne la rivelazione dell'anno

    Sarà Stoffel Vandoorne la rivelazione della stagione 2017 di Formula 1. Non serve la sfera di cristallo, basta conoscere le qualità del pilota belga che è riuscito persino a soffiare il posto ad un campione del mondo come Jenson Button. Vandoorne dovrà vedersela in primis con Fernando Alonso e questo dice tutto. Per lui ci saranno attenuanti ma pare proprio che non ne abbia bisogno. Ha già studiato le doti del mastino di Oviedo durante tutto il 2016 quando è stato riserva in McLaren-Honda dopo aver vinto il titolo di GP2 nel 2015. Ora è pronto a dettare la propria legge. Su di lui la scuderia di Woking crede molto. In base alle sue prestazioni, probabilmente, persino Fernando Alonso deciderà se proseguire o lasciare la Formula 1.

    Zak Brown, nuovo direttore della scuderia McLaren, ammette di avere una stima sterminata nei confronti di Stoffel Vandoorne e lo fa scomodando alcuni tra i più grandi di sempre:“Ha un potenziale enorme e lo includo virtualmente in un gruppo che comprende gente come Michael Schumacher, Ayrton Senna o Lewis Hamilton. Con Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne abbiamo due grandissimi piloti. Stoffel è incredibile ed ha un futuro da campione del mondo. Abbiamo già messo in conto che farà degli errori all’inizio ma sappiamo anche che imparerà in fretta”. Se le previsioni di Brown saranno azzeccate, tra qualche anno potremmo assistere ad un curioso derby per la vittoria del campionato tra Belgio vs. Olanda, Stoffel vs. Verstappen.

    Stoffel Vandoorne non è più giovanissimo. Classe 1992, è arrivato in Formula 1 dopo una lunga gavetta. Ciò non significa che sia un bollito o un ripiego. Casi come quello di Max Verstappen, già nella massima categoria a meno di 18 anni sono e resteranno delle eccezioni storiche. Stoffel Vandoorne è, in verità, solido e maturo. Se la McLaren-Honda riuscirà a crescere e competere con i migliori, sarà perfettamente in grado di dire la sua:“Il mio obiettivo è lavorare con Alonso per far tornare la McLaren al vertice - ha dichiarato il belga in una intervista rilasciata all’emittente Sporza – mi auguro che ci sia competizione tra di noi ma inizialmente punto ad imparare molto da lui dato che sto iniziando per la prima volta in carriera una stagione senza sapere come potrà andare”. Riprendendo le parole di Zak Brown, Vandoorne conferma di sentirsi un pilota vincente:“Credo di poter competere per il titolo e Alonso in questo senso rappresenta un buon punto di riferimento. Sono certo che la McLaren avrà pari trattamento per noi”, ha concluso.

    562

    PIÙ POPOLARI