F1 2017, Ferrari: Marchionne conferma che la SF70H dà speranza

Formula 1 2017: Marchionne conferma le buone speranze sulla Ferrari SF70H durante la seconda settimana di test. I progressi ci sono, il verdetto finale però spetta alla pista

da , il

    In vista della stagione 2017 di Formula 1, Sergio Marchionne si gusta una Ferrari SF70H che vanta progressi strepitosi rispetto alla monoposto dell’anno precedente. I giorni di test passano e le conferme arrivano. La nuova Ferrari è affidabile, gentile con le gomme e ben guidabile. Nessuno, però, può prendere sul serio i tempi sul giro e parlare di quanto sia vicina a Mercedes e Red Bull fino alle qualifiche di Melbourne.

    Ferrari F1 2017, Marchionne: “Siamo soddisfatti”

    “Sto seguendo in diretta i risultati dei test e fino ad ora sono soddisfatt0 e fiducioso - ha ammesso Sergio Marchionne durante il suo intervento al Salone dell’auto di Ginevra – Sono soddisfatto dei nostri piloti e di come sta andando la macchina che si conferma superiore a quella dello scorso anno. Confermo che il nostro obiettivo resta quello di vincere”, ha aggiunto il presidente della Ferrari mostrandosi felice anche del cambio di regolamenti.

    Marchionne:”La F1 deve ringraziare Ecclestone”

    “Era giusto cambiare regolamenti”, ha proseguito Marchionne allargando lo sguardo all’interno mondo della Formula 1. E sull’addio di Bernie Ecclestone mostra grande rispetto per il lavoro svolto in quasi 40 anni di carriera a capo del Circus:“Tutti gli devono essere grati per quello che ha fatto. Ora la sua vita prosegue e potrà fare ancora tante cose. Chi ha comprato la Formula 1 deve sapere che l’obiettivo da perseguire è far aumentare l’interesse da parte del pubblico”. Parlando nello specifico della Liberty Media, il numero uno di Maranello ha promosso anche la scelta di avvalersi della consulenza di Ross Brawn:“Sono felice. Brawn è un ottimo acquisto per il nostro settore vista la sua esperienza. Ora spetta a lui cercare diffondere maggiormente questo sport”.

    Test F1 2017, Ferrari mette le gomme nel mirino

    Tra i particolari più interessanti del lavoro svolto dalla Ferrari nella prima giornata di test della seconda settimana a Barcellona, notiamo l’utilizzo di una particolare microcamera abbinata ad un fascio di luce che consente di riprendere nitidamente il comportamento degli pneumatici. Le informazioni carpite dallo strumento montato sul deviatore di flusso, aiuteranno i tecnici a migliorare la gestione delle gomme Pirelli che, peraltro, risulta già discreta nonostante un assetto ancora acerbo.