Regolamento F1 2017: la nuova procedura per la partenza con pista bagnata

Si partirà in regime di Safety Car e successivamente ci sarà una nuova partenza.

da , il

    A Melbourne, il 26 Marzo, andrà in scena la prima gara della stagione F1 2017. Dopo i cambi nel regolamento tecnico, con le monoposto che si presenteranno in griglia di partenza con un “look” completamente nuovo rispetto al recente passato, ecco che la Fia ha deciso di modificare in parte anche il regolamento sportivo. Nei giorni scorsi la Federazione ha approvato la modifica dell’articolo 39.16, ossia quello riguardante la partenza in caso di condizioni di pista bagnata. Ecco come sarà la nuova procedura di partenza.

    In caso di pioggia copiosa nel pre-gara e di conseguente partenza dietro Safety car, le monoposto effettueranno più giri di formazione (tanti a seconda della visibilità in pista). Successivamente, quando la vettura di sicurezza verrà richiamata ai box dalla Direzione di Gara, i piloti si riallineeranno in griglia di partenza e ci sarà una nuova partenza da fermo. Ogni giro dietro la Safety Car verrà ovviamente tolto dal conteggio totale e verrà dunque ridotta la lunghezza della gara. Prenderanno parte ai giri di formazione dietro la Safety Car anche quei piloti che decideranno di partire dalla pit-lane. In questo caso particolare, quando la macchina della sicurezza rientrerà ai box per far allineare le monoposto in griglia di partenza, questi piloti (quelli che avevano deciso di partire dalla pitlane) dovranno rientrare nuovamente nella corsia dei box e partire quando si accenderà il semaforo verde. Un’altra novità riguarderà il cambio degli pneumatici. Dietro la Safety Car, i piloti non potranno cambiare le gomme passando a intermedie o slick. Tutti dovranno montare le gomme “full wet”. In caso di “cambio-gomme” ci saranno delle sanzioni che andranno dai 5” al drive through. Qualora uno o più piloti dovessero rimanere attardati al via dalla pit-lane o dalla griglia, sempre in regime safety car iniziale, potranno riprendere la propria posizione di appartenenza e superare le altre vetture, purché il tutto avvenga prima della linea della safety car che precede l’ingresso ai box. Un cambiamento regolamentare importante e dovuto, che avrà lo scopo di mantenere intatto lo spettacolo iniziale anche con pista bagnata. In definitiva vedremo sempre delle partenze in griglia e grazie a questi giri di ricognizione extra con Safety Car, i piloti potranno prendere confidenza con l’asfalto e prepararsi ad attaccare fin dalle prime battute del Gran Premio.