F1 2017, McLaren su dramma Honda:”Alonso già sapeva”

Formula 1 2017, Honda in crisi anche con la nuova power unit. La McLaren conferma pazienza e spiega che Fernando Alonso ha sempre saputo tutto

da , il

    I test della stagione 2017 di Formula 1 hanno mostrato una McLaren ancora lontana dalle posizioni che contano per colpa soprattutto, delle problematiche legate alla power unit Honda. E’ notizia freschissima l’addio del consulente Gilles Simon, storico motorista Ferrari nonché tecnico FIA fedelissimo di Jean Todt. E’ altrettanto recente l’ammissione del team principal Eric Boullier: Fernando Alonso sapeva i problemi ma ha comunque accettato la sfida. Secondo il manager francese, la Honda ha capito troppo tardi quali fossero i segreti di queste nuove power unit e sta inseguendo la concorrenza con anni di ritardi nello sviluppo.

    F1 2017, Alonso sa cosa deve aspettarsi dalla McLaren-Honda

    Si chiama McLaren-Honda MCL32 e dà tutta l’impressione di essere la vettura della rinascita di Woking dopo annate da incubo. In verità, una volta messa in pista, è apparsa come la sorella brutta della già pessima monoposto che l’ha preceduta. Per fortuna di Fernando Alonso, i margini di crescita a stagione in corso sono ampissimi grazie anche ad un regolamento che consente libertà di sviluppo sui propulsori ,a le premesse sono da ennesimo incubo. “Il motore determina le prestazioni, perché non è solo la differenza in termini di cavalli che conta ma anche il modo in cui la potenza è distribuita e gestita - si legge in un’intervista a Boullier rilasciata a f1.com – su questo terreno la Honda ha quattro anni di ritardo avendo iniziato solo nel 2013 con un’organizzazione che partiva da zero. Dobbiamo essere onesti e dire che non esiste una scorciatoia. Ad Alonso non abbiamo mai nascosto nulla. Lui ha sempre saputo cosa lo attendeva”. Il team principal della McLarenha poi aggiunto che adesso l’obiettivo primario è quello di risolvere i problemi di affidabilità per poi dedicarsi allo sviluppo di tutte le componenti della nuova MCL32.

    F1 2017, Honda: Gilles Simon se ne va

    Consulente non troppo consultato, Gilles Simon lascia la Honda con effetto immediato. L’ex motorista della Ferrari aveva collaborato con la FIA proprio nel periodo in cui sono stati scritti i nuovi regolamenti sulle power unit ibride. Non è bastato il suo apporto, però, per sfornare un’unità all’altezza della situazione. I primi riscontri avuti in pista hanno dimostrato che anche il nuovo progetto è totalmente acerbo e fragile. Secondo quanto riportato da formulapassion, Simon sarebbe stato costretto a lasciare la Honda in quanto mai ascoltato o preso sul serio dai tecnici giapponesi che hanno deciso di approcciarsi alla nuova power unit seguendo una strada troppo complessa e articolata.