F1 2017, Mercedes: la Ferrari preoccupa davvero

F1 2017, Mercedes: la Ferrari preoccupa davvero
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Mercedes F1, News F1
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15/03/2017 10:32

    La Mercedes è veramente preoccupata dal potenziale della Ferrari dopo i test invernali della stagione 2017 di Formula 1. Messa da parte la scaramanzia, resta il cronometro a dare qualche illusoria certezza. La Ferrari SF70H è andata più veloce della Mercedes W08 che si è mostrata anche difficile da mettere a punto e non perfetta nella gestione delle gomme. Si potrà poi credere che i tedeschi si siano nascosti. Ma, a sentire alcuni autorevoli addetti ai lavori, anche i nostri hanno bluffato un po’.

    Non sarà un inizio di stagione 2017 di Formula 1 facile per la Mercedes. Lo scorso anno arrivarono forti di un grande vantaggio su tutti gli altri che si era già palesato durante i test invernali. Questa volta no. “Tutti guardano il passato e credono che la Mercedes vincerà ancora ma sono persone ingenue. Io vedo un’annata difficile per noi”, ha dichiarato Niki Lauda a RTL. “Il dato certo è che i nostri rivali saranno vicini”, ha aggiunto. Tra i problemi che hanno riscontrato i piloti, ci sono alcune difficoltà nella definizione del miglior assetto e qualche grattacapo di troppo derivante dalla gestione delle gomme:“Stiamo accusando un certo degrado che ci impedisce di andare al 100% in ogni giro - ha dichiarato Lewis Hamilton Le gomme sono più difficili rispetto a quelle dello scorso anno e durante i test non abbiamo neppure trovato temperature troppo calde. Vedo che gli altri, invece, hanno fatto dei grandi progressi per cui non sarà facile per noi”.

    Anche la Red Bull entra nel club di quelli che non si fidano della Ferrari. Helmut Marko conferma le parole di Hamilton che aveva definito “nascoste” le prestazioni della SF70H:“La Ferrari si è mostrata già veloce ed affidabile tant’è che si sono presi il lusso di rallentare durante il proprio giro veloce. Questo è sinonimo di grande fiducia nel lavoro svolto – ha spiegato a Servus Tv - nessuno ha mostrato le proprie carte, basti dire che con dieci chili di carburante in più si rallentta di 3 decimi al giro. Anche le mappature più conservative, inoltre, fanno la differenza modificando la performance di oltre 1 secondo. Ciò non toglie che se a Melbourne ci fossero le stesse temperature di Barcellona, la Ferrari sarebbe davanti a tutti. Quest’anno non vedremo la solita supremazia tecnica della Mercedes”, ha concluso il consigliere della Red Bull.

    484

    PIÙ POPOLARI