F1 2018: Ferrari rinnova con Vettel ma resta nodo 2° pilota

Formula 1: Vettel e Ferrari vicinissime all'accordo per il rinnovo del contratto che potrebbe durare persino altri 4 anni

da , il

    F1 2018: Ferrari rinnova con Vettel ma resta nodo 2° pilota

    Sebastian Vettel non vuole parlare del rinnovo di contratto con la scuderia Ferrari di Formula 1 ma iniziano a circolare interessanti voci in merito.

    Secondo La Gazzetta dello Sport, le parti si sono incontrate già ed è venuta fuori una bozza di accordo che prevede fino ad altre quattro stagioni insieme. Verosimilmente, però, la trattativa si chiuderà con un triennale. Probabilmente, le firme saranno apposte durante la pausa estiva e l’annuncio sarà dato i primi di settembre a Monza in occasione del Gran Premio d’Italia 2017 di Formula 1.

    Stando alle voci raccolte dall’interno del team Ferrari, anche nel caso in cui l’annuncio dovesse slittare o la trattativa dovesse protrarsi, non ci sono ragioni per immaginarci un Sebastian Vettel lontano da Maranello nel periodo 2018-2021. I rapporti all’interno del team sono ottimi e, al momento, non esistono alternative di peso in grado di far girare la testa al quattro volte iridato.

    Vettel-Ferrari: non ci sono alternative

    La Mercedes si è dichiarata estimatrice di Sebastian Vettel solo per creare fastidi. Un team con Hamilton e Vettel sotto lo stesso tetto è impensabile soprattutto dopo i fatti di Baku. Valtteri Bottas, inoltre, appare già sulla via della riconferma. Inoltre, inutile ricordare che anche la Red Bull ha blidanto i propri sedili riconfermando sia Daniel Ricciardo che Max Verstappen.

    Per Vettel, quindi, volente o nolente, non resta altro top team che la Ferrari di cui, inoltre, è grande fan. Il suo sogno è imitare il suo idolo Michael Schumacher vincendo il titolo mondiale con la Rossa. Se non ce la farà quest’anno, vorrà sicuramente riprovarci.

    La Ferrari è una squadra in grande crescita che potrà solo migliorare da qui ai prossimi anni dato che molti tasselli dell’organigramma sono appena entrati in funzione. Sarebbe sciocco non scommettere ora sul Cavallino Rampante sebbene i rivali siano sempre agguerriti e molto ben attrezzati.

    Ferrari: resta il nodo secondo pilota

    Inutile dire che il ritorno di competitività della Ferrari sta attraendo anche altri top driver che potrebbero aspirare al secondo sedile, quello eventualmente lasciato libero da Kimi Raikkonen. Il finlandese vorrebbe restare un altro anno ed ha già trovato il supporto di Vettel oltre che di buona parte della squadra. Lo screzio di Monaco è acqua passata. La classifica mondiale dice che ha la metà dei punti del compagno ma non tiene conto della solita sfiga che accompagna l’uomo di ghiaccio.

    Volendo ragionare sulle alternative, conviene andare per esclusione. Antonio Giovinazzi, attuale terza guida, sarà promosso ma probabilmente accasandolo in Haas. Un altro giovane di casa Ferrari che appare pronto al salto in Formula 1 è Charles Leclerc mattatore in Formula 2 nell’anno del debutto. Per il monegasco è impensabile, però, un debutto diretto in Rosso. Escludendo soggetti interessanti come Perez, Ocon, Grosjean, Hulkenberg che per ragioni diverse non arriveranno, dobbiamo andare a cadere su una candidatura di peso e fascino assoluto: Fernando Alonso. E non aggiungiamo altro, per il momento. C’è già abbastanza rumore.