F1 2018, ufficiale: Haas dice ‘no’ a Giovinazzi e Leclerc nonostante pressing Ferrari

La Ferrari ora tratta con Sauber per piazzare Giovinazzi e Leclerc entrambi sulle monoposto svizzere nella stagione di F1 2018

da , il

    F1 2018, ufficiale: Haas dice ‘no’ a Giovinazzi e Leclerc nonostante pressing Ferrari

    Non c’è spazio per Antonio Giovinazzi o Charles Leclerc in Haas. Il team americano di Formula 1 è contento dei propri pilioti Romain Grosjean e Kevin Magnussen tanto da rifiutare la proposta della Ferrari di fare spazio ad uno dei due giovani talenti in vista della stagione di F1 2018. Gunther Steiner, team principal della Haas, ha confermato che la Ferrari ha chiesto di trovare uno spazio per i piloti provenienti dalla Ferrari Driver Academy ma che è stato costretto a rifiutare nonostante il solidissimo rapporto di partnership vigente. Per la scuderia di Maranello, a questo punto, non resta che puntare tutto sulla Sauber.

    Haas, Steiner:”Grazie Ferrari ma i piloti gli scegliamo noi”

    Il team Haas è grato alla Ferrari per il supporto, tant’è che sta dando la possibilità di girare nelle prove libere del venerdì ad Antonio Giovinazzi. Ci sta. Vuole, però, mantenere una completa autonomia nel decidere su quali piloti costruire il proprio progetto. Pensa che l’esperienza di Grosjean e Magnussen possa valere molto più del talento cristallino e straripante che Leclerc ha mostrato in Formula 2, ad esempio.

    La conferma arriva dalle parole di Gunther Steiner:“Con la Ferrari c’è un rapporto molto aperto ed è così che una partnership funziona. Non facciamo giochi strani. Abbiamo un progetto a lungo termine e questo prevede gli attuali piloti che sono già sotto contratto anche per la prossima stagione. Per noi è importante rispettare i piani con coerenza dato che vogliamo costruirci una solida base per cui non abbiamo ragioni per cambiare”.

    Ferrari punta tutto su Sauber per Giovinazzi e Leclerc

    Beccato il rifiuto della Haas, la Ferrari punta ora tutto sulla Sauber. E’ certo che un sedile del team elvetico sarà occupato da un pilota tra Giovinazzi e Leclerc ma a Maranello sono ora obbligati a trasferirli entrambi ad Hinwil per evitare che uno dei due interrompa bruscamente il proprio cammino di crescita.

    Per convincere la Sauber, la Ferrari ha carte pesanti da mettere sul tavolo. In particolare, la scuderia italiana potrebbe diventare fornitore non solo della power unit ma anche di altre componenti strategiche:“Per noi rappresentarebbe un qualcosa di enorme - ha confermato il team principa della Sauber Frederic Vasseur ad Autoport – potremmo crescere moltissimo in soli tre mesi arrivando alle prestazioni dei team di metà classifica ma dobbiamo trovare il giusto equilibrio dato che non voglio che certe competenze interne si perdano”.

    Quanto all’ingaggio di Leclerc e Giovinazzi, ha aggiunto:“Uno dei temi in ballo è quello dei piloti e anche questo farà parte della collaborazione con Ferrari”.