F1 2019, nuove regole: arrivano i piloti ciccioni?

Dal 2019 ci sarà un peso minimo per i piloti di Formula 1 di 80Kg, chi non ci arriva sarà zavorrato

da , il

    F1 2019, nuove regole: arrivano i piloti ciccioni?

    Tra i punti del nuovo regolamento della Formula 1 che si sta scrivendo in ottica 2019 c’è l’importante decisione presa dallo Strategy Group di prevedere un peso “minimo” per i piloti onde evitare che debbano sottoporsi a drammatiche cure dimagranti al solo fine di migliorare di qualche centesimo la performance. La stagione 2019 di F1, quindi, con molta probabilità, consentirà ai piloti di arrivare a pesare fino ad 80Kg. Ovviamente, chi non raggiungerà quella soglia, dovrà portarsi in macchina una zavorra aggiuntiva che, però, potrà essere posizionata solo dentro l’abitacolo per evitare, come avviene adesso, che il peso mancante sia dislocato in aree strategiche al fine di bilanciare meglio la monoposto.

    Nuove regole F1: auto pensate per… gli sponsor

    Tra le novità che hanno caratterizzato le discussioni dello Strategy Group – vale a dire il gruppo di lavoro che vede collaborare attorno ad un tavolo i team di Formula 1, la FOM e la FIA – c’è stata anche la decisione di pensare ad un design delle future monoposto che sia in grado di far risaltare meglio gli adesivi degli sponsor.

    Tra le idee vagliate c’è quella di semplificare i deflettori laterali in modo tale che non offuschino troppo le scritte sul corpo vettura così come la progettazione di paratie dell’ala posteriore senza più feritoie adibite al soffiaggio dei flussi. Quest’ultimo punto è stato proposto dalla Ferrari. Bocciata, invece, la proposta di Ross Brawn si semplificare l’ala anteriore dato che una modifica in quella parte della monoposto, cruciale per incanalare i flussi d’aria verso il resto della macchina, implicherebbe di rivedere l’intera filosofia degli attuali progetti.

    F1 2019: già ritorna la pinna da squalo

    La Formula 1 deve fare pace con sé stessa. Lo diciamo spesso. Eccone un altro esempio: nel 2017 abbiamo visto monoposto dotate della famosa pinna da squalo sul cofano motore causa “dimenticanza” nel regolamento. Nel 2018 si è posto un dovuto correttivo per eliminare l’errore. In vista del 2019, però, si sta discutendo di reintrodurla perché, nel frattempo, qualcuno si è accorto che è un ghiotto spazio per gli sponsor e per dare visibilità ai numeri di gara. Servono commenti? Possibile che tutti i geni all’opera nel Circus arrivino spesso dopo noi comuni mortali?