F1, a Luca Badoer va il tributo di Montezemolo e della Ferrari

Formula 1: due regali speciali consegnati a Luca Badoer durante il pranzo di Natale in casa Ferrari da parte del Presidente Montezemolo che ha ricordato il prezioso lavoro svolto dal collaudatore trevigiano

da , il

    badoer ferrari montezemolo

    Il pranzo degli auguri di Natale è stato un momento speciale per i piloti Ferrari, soprattutto per Luca Badoer che ha ricevuto ben due prestigiosissimi regali direttamente dal Presidente. Luca di Montezemolo, in segno di gratitudine per il lavoro svolto nei suoi 13 anni di vita da collaudatore ed in rappresentanza dell’azienda tutta nonché dei milioni di tifosi del Cavallino Rampante sparsi in tutto il mondo, ha ricordato quanto Badoer abbia influito nei successi ottenuti con l’inizio del nuovo millennio. Soprattutto quelli firmati Michael Schumacher.

    LUCA BADOER. Le attese parole speciali di Montezemolo per il collaudatore in via di pensionamento Luca Badoer sono arrivate al pranzo di Natale:“E’ stato un elemento chiave di tanti successi, grazie ad un lavoro tanto oscuro quanto fondamentale, fatto di chilometri su chilometri, suggerimenti e idee – ha detto il Presidente – Lo voglio ringraziare per quello che ha fatto e per come lo ha fatto perché gli va dato merito è di aver svolto questo compito con grande discrezione, rinunciando anche a correre in altre squadre pur di rimanere nella nostra famiglia.” Al pilota trevigiano che ha chiuso la sua esperienza con la Ferrari di F1 nell’esibizione al Motor Show di Bologna e che da oggi si occuperà dello sviluppo delle vetture di serie sono andati due regali speciali: una scultura composta con i pezzi di tutte le monoposto Ferrari che ha guidato e una Fiat 500 Tributo Ferrari. In Rosso dal 1998, Badoer è stato il tester principale di tutte le monoposto che dal 2000 al 2004 – con l’accoppiata Schumacher-Barrichello – hanno riscritto i principali record di questo sport

    ALONSO E MASSA. Non solo Badoer. Montezemolo parla anche del presente della Ferrari facendo lodi infinite ad Alonso:“Fernando ha avuto una stagione straordinaria: si è inserito benissimo nella nostra famiglia e ha dimostrato un carattere incredibile, soprattutto quando c’era chi gli dava del pazzo quando diceva che avrebbe lottato fino ad Abu Dhabi e il distacco dalla vetta era grandissimo”, ha ricordato. Quanto a Massa, per lui il 2011 dovrà essere l’anno della rinascita. Esattamente come avvenne dopo il 2007:“Felipe ha avuto una stagione complicata ma saprà tornare ai livelli che lo hanno portato, nel 2008 non un secolo fa, ad essere campione del mondo, anche se per pochi secondi: è in credito di un mondiale e sta a noi rimetterlo nelle condizioni per poterlo vincere”, ha aggiunto Montezemolo.