F1 a Monza: anteprima McLaren

La McLaren è tra le favorite nel prossimo appuntamento del mondiale 2010 di Formula1, il gran premio di Monza, ma a Woking non vogliono farsi illusioni: il tracciato brianzolo potrebbe infatti riservare delle sorprese

da , il

    lewis_hamilton

    Con il gran premio del Belgio Lewis Hamilton si è riappropriato della tanto sudata vetta nella classifica piloti che, prima del break estivo, lui e la McLaren avevano dovuto cedere ai rivali della Red Bull. Durante le tre settimane di pausa a Woking la squadra non è infatti rimasta con le mani in mano e, archiviata la batosta del gran premio di Ungheria, si è rimessa in sesto per la lotta al titolo. Ora, con solo un punto di svantaggio sui colleghi di Milton Keynes, a Monza si prepara a bissare il successo di Spa, questa volta anche con Jenson Button.

    MARTIN WHITMARSH. Anche se la McLaren è data tra le favorite sul circuito brianzolo, Martin Whitmarsh, come al solito, ci va cauto. Secondo il team principal della McLaren infatti, anche se sulla carta la MP4-25 sembrerebbe in vantaggio rispetto alle monoposto degli avversari, il tracciato di Monza potrebbe riservare delle sorprese. “Sviluppare una vettura altamente performante su uno dei circuiti più spettacolari del calendario della Formula1 non è un lavoro facile. Il basso carico aerodinamico, in aggiunta alla natura estremamente veloce della pista, richiede un pacchetto su misura e inoltre, ottenere un giusto livello di carico non è così semplice come potrebbe sembrare. La vittoria di Lewis a Spa ha però fortemente motivato tutta la squadra e dopo l’incidente sfortunato di Button siamo decisi a riportarlo in mezzo al gruppo di testa in lotta per il titolo”.

    JENSON BUTTON. Quarto posto in classifica per il campione del mondo in carica, la cui corsa per il secondo posto a Spa è stata bruscamente interrotta da un errore di Sebastian Vettel. Ora il britannico è a 35 punti di distacco dal compagno di squadra Lewis Hamilton e il suo obiettivo a Monza sarà quello di tornare a combattere per tenersi stretto il numero uno sulla sua monoposto. “Ovviamente non essere arrivato al traguardo a Spa non è stato positivo in ottica mondiale, ma la nostra performance in Belgio è stata davvero incoraggiante per questo sono ottimista in vista del prossimo weekend a Monza. C’è ancora del lavoro da fare per essere certi che il nostro pacchetto si adatti perfettamente al tracciato italiano, ma sono certo che gli ingegneri hanno fatto dei passi in avanti per capire al meglio la monoposto. Non vedo l’ora di scendere in pista!”.

    LEWIS HAMILTON. Fresco vincitore a Spa e attuale leader in classifica, l’altro britannico della McLaren dopo il weekend nero all’Hungaroring ha mostrato a tutti la sua stoffa da campione ed è tornato ad essere il rivale numero uno per i suoi avversari. “Con la vittoria in Belgio abbiamo dimostrato di essere in grado di riprenderci dai momenti no e di essere un team che non si dà mai per vinto”, ha dichiarato fieramente Hamilton. “Ora siamo più forti e determinati che mai, e mi auguro che Spa sia stato solamente il pimo di una serie di successi da qui a fine stagione”.

    Foto: AP/LaPresse