F1 a Monza: McLaren teme le verifiche tecniche

F1 a Monza: McLaren teme le verifiche tecniche

Formula 1: la McLaren ammette che le nuove verifiche tecniche, volute per limitare lo strapotere Red Bull, hanno costretto anche i propri tecnici ad effettuare modifiche sul fondo della vettura

da in F1 Tecnica, Fia, Formula 1 2017, GP Italia F1, McLaren F1, Regolamento Formula 1 2017
Ultimo aggiornamento:

    F1 a Monza: McLaren

    E’ la McLaren il primo team che ammette di aver fatto delle modifiche al proprio fondo vettura per non rischiare di risultare irregolare alle nuove e più severe verifiche tecniche volute dalla FIA. Ironia della sorte, era stato proprio il team britannico a chiedere un giro di vite su questo fronte. Da Woking, comunque, assicurano che anche con questo cambiamento le loro monoposto saranno molto competitive sulla velocissima Monza. Così Hamilton spera di compiere il grande slam dei circuiti storici dopo aver trionfato quest’anno a Montecarlo, Silverstone e Spa-Francorchamps. Ora tocca al GP d’Italia.

    VERIFICHE TECNICHE. “Le nuove regole, sono molto severe” – ha dichiarato il capo degli ingegneri Tim Goss - abbiamo dovuto apportare alcune piccole modifiche al fondo della vettura per essere sicuri di rientrare nei limiti concessi. Spero che ciò serva a far guadagnare alla nostra vettura un miglioramento nelle prestazioni e ovviamente spero che possa riportare il valore di quelle della Red Bull a un livello terreno”, ha aggiunto il tecnico di Woking specificando che anche altri team sono corsi ai ripari:“Noi non siamo gli unici che hanno dovuto apportare qualche piccola modifica: molti altri team sono stati costretti a farlo, sempre se intendono non rischiare nulla”.

    MCLAREN. In vena di far sapere la propria opinione a tutto campo, la McLaren è anche la prima squadra che commenta la proposta del nuovo motore V6 1.6 turbo per la stagione 2013. E lo fa favorevolmente.

    “Credo che sia una cosa giusta da fare per noi dimostrare di essere all’avanguardia per quanto riguarda la tecnologia e promuovere l’efficienza del carburante così come la riduzione dell’inquinamento - ha detto Goss – Credo che ci sia tutto il tempo per portare a termine i cambiamenti e per realizzarli tempestivamente. La Fia sta lavorando sodo sotto questo punto di vista e sono sicuro che presto giungeremo ad una soluzione”.

    KERS MERCEDES. Restando in tema di stagioni prossime, arriva una brutta tegola dal fronte KERS. La Mercedes sembra intenzionata a vendere il proprio prodotto ai suoi clienti (McLaren e Force India) a 6 milioni di Euro. Sei volte di più di quanto dichiarato inizialmente. Ricordiamo che il costo per la sola fornitura dei motori si aggira attorno ai 9 milioni. Gli altri fornitori di KERS che restano sulla piazza sono Ferrari, Renault e Williams ma difficilmente un team spinto dai V8 di Stoccarda deciderà di inserire nelle proprie vettura un KERS progettato altrove.

    Foto: AP/LaPresse

    490

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN F1 TecnicaFiaFormula 1 2017GP Italia F1McLaren F1Regolamento Formula 1 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI