F1 a Silverstone: Vettel beffato in casa

Settimo posto nel gran premio di Gran Bretagna per Sebastian Vettel

da , il

    Questa volta è proprio il caso di dirlo e di ricordarlo: il primo rivale in Formula1 è il tuo compagno di squadra. E mai come quest’oggi Sebastian Vettel lo ha provato a sue spese. Il giovane tedesco della Red Bull, reduce vittorioso dall’ultima tappa a Valencia e autore della pole position nella giornata di sabato, è stato beffato al via dal compagno di squadra Mark Webber, tornato più che mai in forma dopo lo spaventoso incidente nel gran premio d’Europa. Terza vittoria stagionale dunque per il pilota australiano e settimo posto per il giovane tedesco, che ha rimontato dal fondo della griglia dopo un rientro forzato ai box per la foratura di una gomma.

    IL RITORNO DI WEBBER. Dopo i giorni bui passati all’ombra di Mark Webber in Spagna e a Montecarlo, Sebastian Vettel sembrava essersi riappropriato della corona in casa Red Bull ma, nonostante il dominio nelle libere e in qualifica del weekend britannico, è stato di nuovo chiaro come il driver tedesco debba ben guardarsi non solo dai rivali al di fuori del team austriaco. Webber, che a Valencia si è giocato la gara a causa di un incidente spettacolare dal quale è uscito miracolosamente illeso, si è fatto valere subito all’accendersi del semaforo verde, mettendo bene in chiaro di essere sempre in lotta per il mondiale e dimostrando di avere tutte le carte in regola per conquistare il titolo, oltre che una monoposto che va come un fulmine. Grazie alla vittoria a Silverstone, l’australiano supera così il giovane Vettel in classifica generale, evidenziando come il vero “problema” per la Red Bull potrebbe non essere rappresentato tanto dai rivali, quanto dalla lotta interna tra i suoi due piloti…

    SEBASTIAN VETTEL. Beffato da Webber, e toccato dalla paratia laterale dell’ala anteriore di Lewis Hamilton, Vettel ha detto subito ciao alla prima posizione e, nel tentativo di tenere in pista la vettura, ha forato una gomma ed è tornato subito ai box, approfittando per montare le gomme dure. Rientrato in ultima posizione, il pilota della Red Bull ha quindi cominciato la sua risalita verso la china riuscendo a tagliare il traguardo in settima posizione, meglio di niente. “Ho avuto una pessima partenza, poi ho forato una gomma”, ha commentato Vettel. “All’inizio non mi sono subito reso conto di cosa era successo, ma poi c’era qualcosa di strano e ho visto che la posteriore destra era danneggiata. Fortunatamente nel corso della gara sono poi riuscito a recuperare e ho comunque preso punti importanti. Nei primi trenta giri non c’era molto che potessi fare, ma dopo l’ingresso della safety car ho avuto la possibilità di mettere in atto dei bei duelli con Massa e Schumacher, ed è stato divertente”.