F1 a Valencia: Alonso soddisfatto, mira al podio

Quarto e quinto posto per le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa nelle qualifiche del gran premio d'Europa

da , il

    E fortuna che la Red Bull sul circuito di Valencia non era data per favorita. Sebastian Vettel, abbandonata per un attimo la prima fila in Canada, in Spagna si è riappropriato della pole position, dopo aver dominato anche nel corso della mattina di sabato nelle libere 3. Quarto e quinto posto invece per le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Il pilota di Oviedo, nelle libere del venerdì si era distinto nel corso dell’intera sessione e aveva chiuso la prima giornata di prove in testa alla classifica. Ma senza gli importanti aggiornamenti messi a punto in vista del gran premio d’Europa, lo spagnolo è convinto che il team avrebbe avuto difficoltà persino ad accedere alle Q3. Non ci resta quindi che vedere come la “nuova” F10 si comporterà in gara.

    FERRARI F1. Grazie ai diversi componenti aggiuntivi previsti per il gran premio d’Europa, il team del cavallino è certo di essere finalmente riuscito a fare dei passi in avanti e di aver colmato gran parte del gap che li separava dai maggiori rivali, Red Bull e McLaren. Il quarto e quinto posto in qualifica sono la prova che la Ferrari ha finalmente ingranato la marcia giusta. “Sono soddisfatto del risultato di oggi”, ha dichiarato Alonso. “Molti qui a Valencia hanno portato degli aggiornamenti, compresi noi, per questo è importante dimostrare che siamo capaci di combattere per le prime posizioni”. Il ferrarista, che partirà dalla seconda fila alle spalle della McLaren di Lewis Hamilton, è convinto che la F10 abbia il potenziale per combattere per il podio nella gara di domenica: l’importante sarà mettere a segno una buona partenza, scegliere la giusta strategia ed evitare di fare errori, dal momento che sul circuito cittadino i muretti non perdonano. “L’affidabilità ovviamente giocherà un ruolo cruciale: il tracciato è molto faticoso”, ha proseguito il pilota della Ferrari. “Con le gomme dure abbiamo visto che la monoposto è più competitiva, ma affrontare le Q3 con quel tipo di mescola probabilmente avrebbe compromesso la gara”.

    PNEUMATICI CRUCIALI. E, come già visto nel gran premio del Canada, saranno le gomme, secondo l’asturiano, a giocare un ruolo cruciale in gara. Per lo spagnolo, il buon feeling con gli pneumatici sarà quindi la chiave di accesso al podio di casa. In più occasioni, le caratteristiche della F10 hanno costretto entrambi i piloti della Ferrari a combattere con la sostituzione delle gomme morbide in qualifica, ma Alonso si è detto comunque ottimista: “Per noi è difficile ottenere il massimo da pneumatici soft. Abbiamo bisogno di migliorare in quest’area, ma non è la prima volta che accade. A volte siamo più a nostro agio con le gomme dure, che rappresentano un vantaggio per il passo in gara: quando dobbiamo fare 40/50 giri con questo tipo di mescola di solito siamo più forti dei nostri rivali, per questo proveremo a sfruttarle meglio”. E anche se la Ferrari, nonostante gli importanti aggiornamenti non sia riuscita a tenere dietro Red Bull e McLaren, Alonso ha espresso la propria soddisfazione: “Penso che vada bene così, e che abbiamo avuto ciò che ci aspettavamo: il quarto e quinto posto sono un fantastico risultato per il team e domani speriamo di poter festeggiare, anche se mezzo secondo dalla Red Bull non va bene. Dobbiamo assolutamente migliorare”.

    Foto: motorsport.com