F1 ad Abu Dhabi: Vettel padrone delle qualifiche ma è Alonso che vede il titolo

Formula 1: Sebastian Vettel esulta per la pole positione nel Gran Premio di Abu Dhabi

da , il

    vettel abu dhabi f1 2010

    Sebastian Vettel in pole position nel Gran Premio di Abu Dhabi 2010. Il pilota Red Bull si trova un’autostrada davanti a sé. Un’autostrada lunga 55 giri che lo può portare comodamente verso la bandiera a scacchi. Purtroppo per lui la vittoria potrebbe non bastare a vincere il titlo mondiale se quel Fernando Alonso che scatta dalla terza piazza riuscirà a concludere entro la quarta posizione. In questo scenrio la buona notizia è che, se non altro, sembra totalmente escluso che la radiolina del tedesco gracchi e Horner gli chieda di cedere la vittoria al compagno di squadra. Webber, quello sì che è messo male.

    VETTEL. “Partiamo dalla pole ed è una buona cosa – ha detto Vettel durante la conferenza stampa post qualifiche - Ieri non eravamo felici al 100% della macchina ma oggi siamo cresciuti ed alla fine ce l’abbiamo fatta. Forse potevo fare un giro in meno ed avere lo stesso risultato. Questa è la mia decima pole position in stagione – ha ricordato – guardando alle statistiche, mi sono reso conto di aver eguagliato personaggi come Senna e Schumacher…”

    HAMILTON. Il pilota McLaren neanche ci pensa alla remota possibilità di vincere il titolo mondiale. “E’ un weekend migliore per quanto mi riguarda rispetto ai precedenti. La squara ha migliora la macchina e i risultati sono arrivati. Non ho nulla da perdere: il nostro obiettivo è fare punti per aiutare la squadra a conservare il secondno posto nel campionato costruttori contro la Ferrari”, ha spiegato Hamilton.

    ALONSO. Il terzo posto è buono. Perfetto se Webber è addirittura quinto. “Sono state qualifiche difficili per tutti con posizioni che sono cambiate continuamente - ha dichiarato Alonso fiero di aver messo la sua Ferrari in seconda filaIl mio primo tentativo non è stato un granché. Ho anche avuto problemi di traffico. Il secondo è andato meglio: ho spinto al massimo ed ho trovato il terzo posto. Tutto dipenderà dalla gara di domani. Abbiamo visto cosa è successo in Corea con la Red Bull che era forte ma ha perso per problemi meccanici. Tutto può accadere. Noi dobbiamo concludere i 55 giri senza problemi. Certamente possiamo dire che siamo in una posizione molto forte”.