F1, Alonso: Ferrari obbligata alla perfezione

Formula 1: Fernando Alonso dalle colonne del suo blog personale suona la carica al team Ferrari che dovrò supportarlo nella missione decisiva di vincere il titolo piloti 2010 ad Abu Dhabi

da , il

    abu dhabi alonso ferrari 2010

    Arrivato martedì sera ad Abu Dhabi, Fernando Alonso non ha fatto scalo in Europa ma è partito direttamente dal Brasile. Come da tradizione, il pilota Ferrari ha voluto farsi immediatamente un giro sul circuito dove ha passato alcuni momenti con la squadra ed ha preso confidenza con l’asfalto grazie al consueto tour in bicicletta. Quello che Alonso chiede alla Scuderia italiana è una sola cosa: la perfezione. La stessa perfezione che viene chiesta in ogni Gran Premio al team più blasonato della F1. La stessa perfezione che negli ultimi mesi lo ha portato fino all’ultima gara in testa alla classifica del mondiale 2010.

    FERNANDO ALONSO. Così parla un Alonso iperconcentrato sul traguardo che lo aspetta domenica pomeriggio:“Sappiamo che, se sapremo essere perfetti, allora avremo la possibilità di raggiungere il traguardo che ci eravamo prefissati all’inizio della stagione”. Presentarsi ad Abu Dhabi ancora in testa al mondiale e con un vantaggio in classifica tale da potersi accontentare anche di un secondo posto è un qualcosa di non indifferente:“Con la vittoria o con il secondo posto non dovremo fare nessun tipo di calcolo – ricorda Alonso - Possiamo farcela, anche se sappiamo che i nostri principali avversari sono molto forti: finora, a parte forse una gara, la loro è stata la macchina migliore su ogni tipo di circuito. Detto questo, non vuol dire che partiamo battuti, tutt’altro”. Se la Ferrari ha l’obbligo di essere perfetta. Lo stesso dicasi per la Red Bull. La lattina, però, ha qualche handicap in più: innanzitutto non è del tutto affidabile; in secondo luogo, una gestione allegra della questione piloti sta creando un bel po’ di confusione sul fronte gerarchie interne. Chissà, quindi, che per Alonso non ci sia in serbo un altro bel regalo. Dal canto suo, il due volte iridato ci tiene a lasciare i tifosi con una promessa:“Siamo all’ultima tappa di una stagione che, comunque vada, resterà bellissima. Vediamo di completarla nella maniera migliore: ce la metteremo tutta, di questo statene certi!”.

    FERRARI WORLD. Anche Alonso non ha resistito alla tentazione di farsi un giro al Ferrari World una volta atterrato ad Abu Dhabi. Il parco tematico dedicato alla casa di Maranello sorge accanto al circuito è il primo esperimento del genere dedicato alla Formula 1. “Dentro si può davvero vivere l’emozione di un giorno dentro il mondo Ferrari, dalla velocità della Formula 1 allo stile e alla tecnologia delle vetture stradali”, ha commentato l’asso della Asturie.