F1, Alonso: grazie Massa ma vinco da solo

Formula 1: il Gran Premio del Giappone sta entrando nel vivo

da , il

    alonso massa giappone f1 2010

    Mentre il mondo della Formula 1 si interroga sulle intenzioni di Felipe Massa - aiuterà o non aiuterà Fernando Alonso nella lotta al titolo iridato – il pilota spagnolo della Ferrari prende tutti in contropiede e manda un messaggio chiaro al brasiliano. Il parere del vincitore delle due ultime gare è che non gli servirà nessun “gregario” per diventare campione del mondo 2010. L’importante è solo che Massa non dia fastidio come. invece, è sembrato volesse fare in Germania ed a Monza. Non a caso a Singapore, quando il carioca partiva ultimo, per Alonso è arrivata la vittoria più facile…

    FERNANDO ALONSO. L’asso delle Asturie non teme un Felipe Massa più veloce di lui che sia costretto ad alzare il piede per farlo passare avanti con tanto di polemiche e mugugni da parte dei soliti benpensanti. La storia della stagione 2010 dimostra che in condizioni normali Fernando Alonso sta sempre davanti. E va più forte. Per questo motivo, arrivati al punto cruciale di una settimana nella quale si è molto parlato del panni di gregario che Massa avrebbe dovuto vestire, il due volte iridato manda un messaggio molto semplice al compagno di box: non mi servi. A patto, ovviamente, che non voglia fare il protagonista a tutti i costi. Della serie: fatti da parte che il titolo me lo vinco da solo! “L’aiuto di Massa? Non ne ho bisogno. Insomma quello che fa lui non mi cambia molto e non conto sul suo supporto. A Monza? A Singapore? Nessun aiuto! Se le cose vanno bene per me bene, se vanno male un aiuto non può fare granché - ha osservato Alonso il quale ha aggiunto, parlando di esperienza nella lotta al vertice, che non vedremo un pilota in vena di spettacolo – Cambierei tutta la mia esperienza con un alettone nuovo che mi dà 2 decimi in più! Questo per dire che l’esperienza sì conta, ma non più di tanto. Conta molto di più il pacchetto. E poi adesso c’è da puntare a 4 podi. L’imperativo è finire le gare, anche se questo dovesse voler dire sollevare un po’ il piede in situazioni che giudichi pericolose, tipo un sorpasso azzardato”.

    FELIPE MASSA. Felipe Massa smentisce alcune dichiarazioni riportate dai giornali nei giorni scorsi:“Mai nominato Barrichello”. Poi sul ruolo di seconda guida, se la cava con destrezza:“Guido per vincere. Se mi avessero mai chiesto di firmare un contratto in cui era scritto che ero il secondo pilota, non avrei firmato. Se volete sapere come mi comporterò d’ora in poi, andate a vedere le stagioni 2007 e 2008″.