F1, Alonso in Mercedes per 30 mln! Ma McLaren non molla

Formula 1 2017: chi sarà il secondo pilota Mercedes? Alonso si conferma in pole position ma la McLaren non ha intenzione di liberarlo. Ballano 30 milioni di penale

da , il

    La Mercedes vuole Fernando Alonso al posto di Rosberg ma scherza e pubblica un annuncio di lavoro per pilota di Formula 1 nella stagione 2017 quasi come se ci fosse in giro tanta gente abbastanza referenziata per ambire a quel sedile. Tra i requisiti reali che deve avere il soggetto in causa, infatti, spiccano talento e esperienza. Tutte doti che non mancano ad Alonso, appunto. Toto Wolff non nega, anzi rincara e conferma che Wehrlein è troppo giovane per prendersi una tale responsabilità.

    Piloti F1 2017, Mercedes: annuncio di lavoro su Autosport

    Su Autosport, testata britannica tra le più autorevoli, la Mercedes ha pubblicato un annuncio di lavoro che sembra scritto apposta sull’identikit di Fernando Alonso. Il soggetto ricercato ha esperienza e tanta voglia di vincere. Dopodiché, trattandosi di un’uscita assolutamente ironica, si nota con particolare soddisfazione l’elenco dei benefit quali:”bonus sostanziosi, assicurazione sulla vita, leasing di auto Mercedes, palestra e ritoranti”. Non è specificato lo stipendio offerto ma crediamo, soprattutto per Alonso, sarà l’aspetto meno determinante.

    Alonso in Mercedes per 30 milioni

    Fernando Alonso correrebbe anche gratis per la Mercedes. Ora ha l’occasione di farlo. Lo stipendio che i tedeschi possono offrirgli, infatti, si aggirerebbe attorno ai 30 milioni, vale a dire la stessa cifra che alcuni media britannici hanno stimato dovrà versare nelle casse della McLaren per rompere in anticipo il contratto. Secondo altri addetti ai lavori, invece, ci sono alcune clausole legate ai risultati che permettono ad Alonso di sciogliere l’accordo senza penali.

    McLaren pronta a tutto per tenersi Alonso

    Il divorzio tra Fernando Alonso e la McLaren non sarà facile dato che il nuovo capo della scuderia di Woking, quello Zak Brown che ha preso il posto nientemeno che di Ron Dennis, non può iniziare la sua avventura perdendo l’unico pezzo veramente funzionante della sua squadra. Sarebbe un duro colpo alla sua immagine di manager ed alle speranze di rinascita del team. La guerra è già iniziata:“Abbiamo un contratto con lui per 3 anni senza opzioni (2015-2017, ndr). E lui è molto contento. Lui vuole vincere come lo vogliamo noi”, ha dichiarato a Sky Sports UK chiudendo tutte le porte alla Mercedes. Staremo a vedere. Una cosa è certa: dopo aver bollato Alonso come ipocrita opportunista in passato, anche i suoi detrattori dovranno ammettere che stavolta ha tutto il diritto di scegliersi finalmente una macchina competitiva senza “se” e senza “ma”.