F1, Alonso: la Ferrari può stupire

Formula 1: Fernando Alonso parla della preparazione effettuata dalla Ferrari in vista del Gran Premio di Germania, tappa cruciale della stagione 2010

da , il

    F1, Alonso - Germania 2010

    Sarà che la Ferrari ha un conto aperto con la vittoria che manca dal primo GP stagionale… ma l’entusiasmo e l’ottimismo di Fernando Alonso sembrano un tantino eccessivi. Lo spagnolo si dice è talmente convinto di poter raddrizzare la stagione da far pensare che l’aggiornamento al diffusore che sarà montato sulla F10 sia un qualcosa di veramente notevole e non un semplice step evolutivo da tempo programmato. In fin dei conti, a volte basta un dettaglio per far lavorare mille molte meglio un pacchetto dal buon potenziale come quello in possesso dei piloti di Maranello.

    FERNANDO ALONSO. L’impressione è che dalle prove fatte al simulatore Ferrari, messo alla frusta dall’intensivo uso he ne hanno fatto Alonso e Massa, siano arrivate indicazioni molto positive dalla nuova soluzione adottata per il retrotreno. Per questa ragione Fernando Alonso, conscio che nelle prossime due gare, in Germania e in Ungheria, sarà fondamentale raccogliere tanti punti per rimanere in corsa per il titolo, sfoggia l’ottimismo delle grandi occasioni:“Inutile guardarsi indietro e piangerci addosso: sappiamo che dovremo essere perfetti e allora porteremo a casa i risultati che vogliamo, ne sono sicuro”, ha scritto sul suo blog personale ospitato dal sito ufficiale Ferrari.

    FERRARI. “La mia persistente fiducia non è campata in aria ma si fonda su dati di fatto – ha aggiunto Alonso - La nostra macchina è sensibilmente migliorata nelle ultime settimane, come si è visto anche su un tracciato teoricamente a noi ostico come quello di Silverstone”. L’asso di Oviedo, grande amante della calcolatrice, nota come il sistema di punteggio in vigore di quest’anno amplifichi i distacchi ma, al contempo, renda credibili recuperi apparentemente difficili per la Ferrari:“E’ chiaro che bisogna ottenere dei risultati. Vi assicuro che ho sentito una grande determinazione nelle persone che lavorano a Maranello: vogliamo tutti la stessa cosa, tornare a vincere al più presto”. Per rimontare e sperare di agguantare da qui a fine stagione la vetta della classifica, però, i piazzamenti non bastano. Ci vogliono i 25 punti della vittoria. E, per salire sul gradino più alto del podio, ricorda Alonso, c’è bisogno di andare forte sin dalle qualifiche.