F1, Alonso non scherza: Ferrari o Mercedes nel 2018

Formula 1: Alonso ritorna in Ferrari dal 2018 al posto di Raikkonen? L’idea è credibile... Parola di Briatore!

da , il

    F1, Alonso non scherza: Ferrari o Mercedes nel 2018

    Fernando Alonso ha scatenato persino Flavio Briatore per assicurarsi la miglior macchina possibile in vista della stagione di F1 2018. Briatore è uno che non si fa problemi, ad esempio, ad andare da Toto Wolff per convincerlo che non ha senso puntare su Valtteri Bottas e che, per scrivere la storia della Formula 1, la Mercedes deve mettere in squadra Alonso ed Hamilton, Ancora loro. Per sempre loro. Wolff è uno sensibile a certi argomenti e potrebbe cedere alla tentazione. Ma Lauda farà di tutto per farlo desistere e alla fine avrà la meglio sul boss di Brackley. Scartato il piano A, quindi, il buon Flavio ha già messo le basi per l’opzione B. Ciò significa che è possibile far tornare Fernando Alonso in Ferrari. Sempre lui, Briatore, non ha nessun problema a proporre l’asso di Oviedo a Maurizio Arrivabene e Sergio Marchionne. C’è una frase che dice tutto:”In Ferrari, Alonso non ha avuto problemi con nessuno tranne che con Mattiacci che ora non c’è più”. C’è da chiedersi solo come la prenderà Vettel.

    F1: clamoroso ritorno di Alonso in Ferrari nel 2018

    “Andava d’accordo con tutti tranne che con Mattiacci e nella vita non si può escludere niente”, ha spiegato Flavio Briatore durante un intervento radiofonico a GR Parlamento. “In Formula 1 ci sono solo due team competitivi che corrono tutte le gare per vincere e sono Ferrari e Mercedes. Per cui vedremo”, ha aggiunto senza andare per il sottile.

    Quello che piace, in questa fase, è il cambio di passo segnato da Fernando Alonso. Ha rotto gli indugi dopo 3 anni di ossa rotte in McLaren ed ora sta ruggendo con tutte le sue forze. Sa di essere uno dei migliori piloti di tutti i tempi e vuole far valere il suo peso specifico.

    Per massimizzare il suo potenziale, probabilmente, non può contare su nulla di meglio di un Briatore in questo stato di forma:”La McLaren tornerà ad essere un top team solo cambiando motore ma Alonso è un po’ come Senna e non ha problemi con nessun compagno per cui lavoreremo per fargli avere una macchina vincente”. Hamilton e Vettel, rispettivamente sponda Mercedes e Ferrari, sono avvisati.

    F1: difficile vedere Alonso in Mercedes

    Se Alonso non tornerà in Ferrari, potrà approdare in Mercedes? Difficile da credersi. I tedeschi sanno che si accollerebbero un rischio incalcolabile. Al di là del talento, purtroppo Nando è finito in troppe storie polemiche in passato e si è fatto un po’ di terra bruciata attorno. Spesso non per colpa sua ma semmai per sfortuna o per aver dato retta a qualche volpe non troppo accorta.

    Il dato di fatto è che a Baku sia Flavio Briatore che Garcia Abad, storico manager dell’asso di Oviedo, sono stati beccati a parlare anche con quelli della Mercedes. “Ho molta stima di Alonso come pilota – ha dichiarato Toto Wolff a Sky Sports UK bocciando, di fatto, l’arrivo dello spagnolo – ma dobbiamo valutare le cose avendo una visione generale del contesto Mercedes. Abbiamo già Lewis e dobbiamo capire come due piloti così possano lavorare assieme, far crescere il team e la macchina”.