F1, Alonso: solo Webber può sbagliare

Formula 1: Fernando Alonso racconta le sue aspettative per il Gran Premio di Corea di domenica 24 ottobre 2010

da , il

    fernando alonso gp corea f1 2010

    Fernando Alonso vede il GP di Corea come una vera e propria sfida finale della stagione 2010. La situazione del pilota Ferrari è particolarmente delicata perché da una parte vorrebbe correre con astuzia, magari sperando che il duello in casa tra gli alfieri Red Bull gli riservi un gradito regalo, ma dall’altra, lo ha già dichiarato, ha ammesso che sarà costretto a rischiare qualcosa pur di non allungare il divario che lo separa dalla vetta della classifica. Lo spagnolo è costretto quasi a giocarsi il tutto per tutto ben sapendo che, qualora le cose andassero male, potrebbe avere il rammarico, con altre due gare da disputare, di aver osato troppo.

    FERNANDO ALONSO. Sono due gli scenari. E, per ciascuno di essi, sono due i possibili finali. Scenario 1: Alonso usa una tattica conservativa. Finale A: Vettel e Webber fanno un’altra doppietta in stile GP del Giappone e le speranze di vincere il titolo mondiale si allontanano sensibilmente. Finale B: le Red Bull sono superiori ma pasticciano in qualche modo con Alonso che ne approfitta come già accaduto in Bahrain, Germania, Ungheria, etc. Scenario 2: Alonso si prende dei rischi. Finale C: vince e convince rilanciandosi alla grande in classifica. Finale D: commette un errore e sprofonda troppo lontano in graduatoria per poter ancora sperare in qualcosa di diverso da un miracolo.

    FERRARI. Il dubbio è amletico. Giocarsi il tutto per tutto o provare ancora a fare un po’ di melina? Alonso ha già deciso. “In Corea dobbiamo attaccare per ridurre il gap che ci separa da Webber”, ha recentemente ribadito parlando al sito ufficiale della F1. “Perdere altri punti renderebbe la situazione molto più complicata”, ha aggiunto. Secondo il pilota Ferrari un disturbo potrebbe arrivare anche da Hamilton e Button:“Troppe volte quest’anno abbiamo visto tornare in battaglia qualcuno che sembrava tagliato fuori e potrebbe succedere ancora. Ciò detto, l’unico che può permettersi un weekend negativo è Webber. Per tutti gli altri vorrebbe dire arrendersi”.