F1, Apple compra McLaren: Woking smentisce ma…

Formula 1: Apple compra la McLaren? La smentita di Ron Dennis è ben poca cosa rispetto agli interessi in gioco

da , il

    La Apple sta comprando la McLaren! Incredibile? Non proprio. A dirlo è l’autorevole Financial Times. A ragionare sulle difficoltà economiche e organizzative della struttura di Woking sono in tanti. E da tanto. Tant’è che si era persino pensato che sarebbe potuta essere la Honda a rilevare l’intera struttura forte del suo ritorno in Formula 1. Al centro delle trattative tra il colosso dell’informatica e l’azienda di Ron Dennis c’è l’intero McLaren Technology Group che comprende, oltre al team di Formula 1, anche il settore delle vetture stradali (McLaren Automotive) e quello della tecnologia applicata (McLaren Applied Technology). Non è un mistero che il colosso di Cupertino abbia deciso di buttarsi nel mercato dell’auto.

    McLaren strategica per ambizioni di Apple

    La Apple produrrà auto. Lo ha già dichiarato chiamando il progetto “Titanus”. Giusto per andarci piano. Non lo farà fra un decennio. Molto prima. Ha l’ambizione di rivoluzionare il mercato e per farlo è alla ricerca disperata di tecnologia evoluta. Comprare la McLaren, oltretutto a prezzo stracciato o quasi, significa fare un bel colpo. Significa ottenere strutture, tecnologie evoluta, appunto, know-how ed un brand di risonanza mondiale per dare ancor più credibilità alle proprie ambizioni. Particolarmente interessante per l’azienda della Mela sarà mettere le mani sulle conoscenze in tema di motore ibrido e aerodinamica.

    Se a questo ci aggiungiamo che la proprietà della Formula 1 è passata proprio in questi giorni in mani americane, il puzzle pare comporsi in modo perfetto.

    McLaren-Apple: gli arabi vogliono vendere

    Si stima che il costo dell’operazione si aggiri attorno ad 1,5 miliardi sterline. I ricavi della McLaren Automotive si sono attestati attorno ai 470 milioni ma gli utili sono solo di circa 15 stando agli ultimi dati disponibili. Inoltre, recenti report finanziari hanno mostrato importanti perdite tanto da spingere il fondo sovrano del Bahrain a valutare la cessione delle proprie quote azionarie. Considerando che gli altri due soci sono gli storici Ron Dennis e Mansour Ojjeh, si crede che il primo passo dell’eventuale scalata di Apple stia proprio nel subentrare agli arabi.

    McLaren nega trattative con Apple

    Dopo che la notizia ha fatto il giro del mondo, un portavoce di Woking ha negato che la McLaren sia in vendita alla Apple:“Confermiamo che non c’è alcuna trattativa con la Apple per un potenziale investimento. Ovviamente, vista l’importanza del nostro marchio, siamo continuamente in contatto con tante aziende ma si tratta di informazioni riservate sulle quali non possiamo aggiungere dettagli”. Insomma, una smentita di rito che vale quel che vale. Probabilmente di questa storia ne risentiremo parlare.