F1, Binotto:”La Ferrari c’è, Raikkonen ora tocca a te!”

Raikkonen in crisi all'inizio della stagione 2017 di Formula 1, trova una Ferrari pronta ad aiutarlo. Ma per quanto ancora?

da , il

    F1, Binotto:”La Ferrari c’è, Raikkonen ora tocca a te!”

    La crisi di Kimi Raikkonen ad inizio stagione 2017 di Formula 1 non è qualcosa di nuovo per la Scuderia Ferrari che ha già conosciuto Iceman andare più piano di Sebastian Vettel e, negli anni precedenti, del compagno di squadra Fernando Alonso. Solo nel 2016, quando la Ferrari aveva un comportamento che a lui piaceva e Vettel era profondamente demotivato, ha mostrato un passo degno del suo blasone tanto da meritarsi la riconferma a Maranello. Tuttavia quest’anno c’è qualche conto che non torna. La Ferrari SF70H è veloce e facile da mettere a punto. Inoltre, Kimi Raikkonen è andato benissimo nei test invernali. Perché, ora che si fa sul serio, non riesce a trovare mai un weekend senza problemi? Sul tema è intervenuto Mattia Binotto per chiarire che le due Ferrari di Vettel e Raikkonen sono ottime monoposto ben bilanciate e, quindi, spetta a Kimi darsi da fare per tirare fuori il meglio dalla sua monoposto.

    F1, Ferrari sprona Raikkonen tra speranza e delusione

    “La Ferrari SF70H è una monoposto buona sia sotto il punto di vista dell’aerodinamica che del motore ed i nostri piloti sono entrambi dei campioni del mondo”, ha dichiarato Mattia Binotto dopo il Gran Premio del Bahrain 2017 di F1 ai giornalisti che cercavano di capire quali fossero i problemi di Kimi Raikkonen. “Sono certo che presto sarà in grado di fare un buon risultato“, ha aggiunto il direttore tecnico della Ferrari parlando di Iceman. Sul conto di Kimi Raikkonen è intervenuto anche Sebastian Vettel:“Non capisco come mai abbia problemi dato che nei test siamo andati forte entrambi per cui non riesco a darmi una risposta”.

    Mercedes invita la Ferrari a dare ordini di scuderia

    La Mercedes è stata obbligata a ridicolizzare Valtteri Bottas con ordini di scuderia a favore di Lewis Hamilton quando il campionato 2017 di Formula 1 è appena alla terza gara. La figuraccia sportiva dei tedeschi continua a far discutere. Ora Toto Wolff prova a buttare acqua sul fuoco coinvolgendo nel gioco degli ordini di scuderia anche la Ferrari:“Non ci piace fare certe cose ma quest’anno la situazione è cambiata rispetto al passato e dobbiamo prenderne atto – si legge su Speedweek – non sono più gli anni della lotta interna e credo che anche la Ferrari dovrà affrontare a breve la questione”. Se Hamilton è il leader ufficiale del team Mercedes, in effetti, cosa aspetta la Ferrari a dichiarare di puntare sul solo Vettel spalancando la porta ad ordini di scuderia con largo anticipo così da non creare polemiche a posteriori?