F1: BMW non torna e Mercedes smentisce l’ingaggio di Hulkenberg

da , il

    theissen

    La BMW non tornerà in Formula1, nonostante le voci di una possibile marcia indietro da parte dell’azienda tedesca, che ha abbandonato la massima categoria motoristica a fine 2009. E rimanendo sempre in terra germanica, sembra che Nico Hulkenberg non riesca a trovare una sistemazione all’interno del Circus. Dopo essere stato appiedato dalla Williams, che per il 2011 sembrerebbe avergli preferito il giovane rookie Maldonado, ora la Mercedes GP nega che ci siano stati dei contatti per accogliere Nico nella propria scuderia come terzo pilota.

    BMW. Nessun ritorno di fiamma tra la casa automobilistica tedesca e il Circus, che a fine stagione 2009 ha visto il costruttore monegasco abbandonare la Formula1. Dopo l’esperienza con la Sauber, il team acquistato nel 2006, BMW si è ritirata dalle competizioni sportive in Formula1 e pare tuttora decisa a non farvi ritorno, nonostante i recenti rumors, che indicherebbero come la casa automobilistica bianco-azzurra sia in fase di valutazione dei propri piani legati all’attività sportiva nella massima categoria. A partire dal 2013 infatti la Formula1 vedrà il ritorno dei motori turbo a quattro cilindri e la conseguente promozione dell’efficienza di carburante e riduzione dell’inquinamento. Per questo si pensa che diversi costruttori potrebbero valutare se l’arrivo di nuove unità a basso impatto ambientale possono giustificare degli investimenti in un programma di Formula1. Ma anche se sembra che BMW abbia buttato un occhio ai futuri cambiamenti nel regolamento, Mario Theissen ha chiarito che l’azienda non ha alcuna intenzione di fare marcia indietro.

    MARIO THEISSEN. “Non è nei nostri piani”, ha riferito l’ex team principal di BMW Sauber ad Autosport. “C’è stata una precisa decisione da parte del vertice di concentrarsi sulla produzione di vetture da corsa in futuro, e di mettere assieme un programma intenso in questa direzione. Questo è quanto abbiamo fatto con il DTM e quanto faremo con le serie all’estero. Siamo completamente concentrati e occupati su questi fronti”.

    NICO HULKENBERG IN MERCEDES? E una smentita arriva anche dalla Mercedes GP riguardo al possibile ingaggio di Nico Hulkenberg come terzo pilota per la stagione 2011. Dopo l’esordio in Formula1 con la Williams all’inizio di questa stagione, il giovane Nico, che nel gran premio del Brasile si era distinto conquistando la pole position, è stato lasciato a piedi dal team inglese, che pare gli abbia preferito il facoltoso Pastor Maldonado, vincitore del campionato GP2 2010. Dopo l’annuncio della Williams, il manager di Hulkenberg si era già messo in moto per cercare al suo pupillo un altro sedile all’interno del Circus ma, svanite le possibilità con Renault e Force India, Willi Weber ha dichiarato che la migliore alternativa rimasta è quella come terzo pilota. “Meglio fare il terzo uomo in un top team piuttosto che il pilota ufficiale in una squadra mediocre”, avrebbe affermato Weber a un settimanale tedesco.

    NORBERT HAUG. Eppure, i presunti diretti interessati per ora smentiscono l’arrivo del tedesco. “Al momento non c’è alcun contatto”, ha fatto sapere il boss Norbert Haugh elogiando comunque il talento del giovane Nico. “La sua vettura non è andata in pole position da sola a Interlagos. Un vincitore della GP2 e un pilota che conquista la pole in Formula1 deve essere per forza un ottimo pilota. Ma se vuole proseguire con la sua carriera, farebbe meglio a correre con un team di seconda o anche terza classe, piuttosto che fare il collaudatore”, ha concluso Haug.