F1, bomba in McLaren: Hamilton, potrei lasciare

Formula 1: Lewis Hamilton se ne esce con una dichiarazione bomba

da , il

    lewis hamilton mclaren 2011

    Lewis Hamilton se n’è uscito con un’altra dichiarazione da urlo. Il pilota McLaren ha affermato che la sua lealtà nei confronti del team che lo ha lanciato è destinata ad avere una data di scadenza. Una data molto ravvicinata. Se non ci saranno risultati significativi, il campione del mondo 2008 ha ammesso che già al termine della stagione in corso potrebbe essere interessato a qualche altra sistemazione. Ora si capiscono, finalmente, i motivi dei battibecchi con la Red Bull. In realtà è un vero e proprio corteggiamento…

    LEWIS HAMILTON. Lo abbiamo scritto più volte. Da quando ha cambiato manager ed è entrato nella scuderia del consulente d’immagine Simon Fuller, Lewis Hamilton è un pilota diverso. In pista va più piano del solito. Ma questo è un caso. Fuori dalla pista va velocissimo nello sparare dichiarazioni sempre molto piccanti. Questa è una delle più esplosive:“Non desidero altro che vincere dei campionati - ha dichiarato in una recente intervista, poi ha tirato giù il carico – Sicuramente la mia lealtà ha dei limiti. Mi è sempre piaciuto correre per la McLaren e vorrei continuare ma a fine anno, bisogna fare un bilancio di cosa si è ottenuto e di cosa è successo”. Non solo Hamilton pone delle condizioni, ma le impone in tempi rapidissimi. Entro la fine del 2011. Sicuramente – e di questo lui ne è consapevolissimo – non mancano le offerte.

    MCLAREN F1. Lewis Hamilton è libero di decidere in completa libertà del proprio futuro. Porsi dei limiti solo per un discorso di lealtà non vale più di tanto in Formula 1. Tuttavia troviamo ironico che parallelamente a queste dichiarazioni del pilota inglese, il suo team principal Martin Whitmarsh abbia inconsapevolmente affermato l’esatto contrario:“Abbiamo avuto coppie di piloti che hanno lavorato con noi per molti anni, e io spero che quella attuale prosegua ancora per molto tempo. Jenson ha davanti ancora cinque anni, se lo vuole, Lewis una decina”. Quel “se lo vuole” a cui inizialmente non era stata posta attenzione, adesso diventa pesante come un macigno.