F1, Brasile: Alonso contro la Ferrari, Vettel contro le McLaren

Formula 1: Fernando Alonso non promette scintille in Brasile ma spera nella pioggia per mescolare le carte

da , il

    gp brasile f1 2011

    No, non c’è un errore nel titolo di questo articolo. A poche ore dall’inizio del Gran Premio del Brasile 2011 di Formula 1, la situazione è questa. Fernando Alonso non può aspirare a fare bene neanche nell’ultimo appuntamento stagionale. Dovrà lottare più contro la propria macchina, in difficoltà a San Paolo, che contro gli avversari. Discorso diverso per Vettel che vede nelle McLaren delle concrete minacce. Ovviamente, tutte le considerazioni della vigilia possono essere messe in discussione qualora le condizioni meteo si impegnassero a rendere il circuito di Interlagos una trappola d’acqua. E’ già successo in passato. E ne abbiamo viste delle belle.

    FERNANDO ALONSO. Non è soddsifatto del bilanciamento della propria macchina e non vede un esito soddisfacente del Gran Premio del Brasile:“Se domani dovesse davvero piovere sarà una corsa molto emozionante ed aperta – ha dichiarato Alonso - Se invece dovessimo correre sull’asciutto allora forse ci saranno tante soste perché gli pneumatici oggi sembravano degradarsi di più rispetto a ieri. Il menù perfetto per l’ultima gara dell’anno? Le prime quattro davanti a noi ferme ed io e Felipe davanti a tutti!”. Quest’ultima affermazione la dice lunga sulle reali ambizioni dello spagnolo e sul reale potenziale della Ferrari.

    SEBASTIAN VETTEL. La quindicesima pole della stagione ed il conseguente record da urlo scritto a grandi lettera nella storia della F1 impongono a Vettel l’obbligo di vincere:“Inizialmente non ero contento della macchina ma abbiamo lavorato e siamo riusciti a trovare un bilanciamento al 100% soddisfacente. Abbiamo incontrato tanti circuiti dalle caratteristiche diverse, al di là di quel che sembra, non è stato facile mettere insieme tutto in un solo giro e farlo nella fase decisiva della Q3″.

    MCLAREN - HAMILTON - BUTTON. E’ deluso ma non arreso Lewis Hamilton:“Siamo in seconda fila. Ci piacerebbe essere più avanti. Non sono contento della mia prestazione. Jenson ha dimostrato che la vettura poteva essere più veloce. Penso pioverà e questo ci darà maggiori possibilità di battere le Red Bull”. Più fiducioso appare Jenson Button:”Ci sono tutti i fattori per un grande spettacolo domani. Se pioverà sappiamo di poter fare bene”.