F1, Bruno Senna: Williams opportunità immensa

F1, Bruno Senna: Williams opportunità immensa

Formula 1: Bruno Senna racconta le sue prime impressioni da pilota ufficiale Williams e spiega quanto per lui sia importante avere una grande occasione come questa nella carriera di pilota

da in Bruno Senna, Formula 1 2017, Williams F1
Ultimo aggiornamento:

    bruno senna lalli williams 2012


    Bruno Senna e Williams sono un’accoppiata destinata a far parlare. Perlomeno nella prima parte del campionato. Il nipote di Ayrton ha attirato su di sé molte attenzioni quando ha debuttato in GP2 nel 2007, quando ha esordito in Formula 1 nel 2010 al volante della deludente HRT, quando – infine – è salito nel 2011 sulla Lotus dalla livrea nero-oro che suo zio rese gloriosa. Anche per il 2012, l’impatto immaginario è fortissimo: quel casco giallo-verde sarà all’interno di una Williams. Della Williams. Lui sa cosa significa tutto questo. Ma sa ancor di più che stavolta finirà per essere giudicato sui risultati. Le scuse sono finite.

    BRUNO LALLI SENNA. Le scuse sono finite. In HRT era al volante di un catorcio. In Lotus è arrivato a stagione in corso.

    In una Williams che smania per risalire la china e tornare tra i migliori ha l’obbligo di mettersi in mostra se vuole davvero essere ricordato come un buon pilota di Formula 1 e non solo come un personaggio da marketing che sfrutta il nome dello zio Ayrton Senna. Non tutti sanno, forse, che il vero cognome di Bruno è Lalli. Bruno Lalli ha scelto di farsi chiamare Bruno Senna. “Spero veramente di poter dimostrare il mio potenziale e quello della vettura che voglio spingere al 100%”, ha dichiarato sul sito ufficiale della Williams.

    WILLIAMS RENAULT. “Sono stato a Grove sia prima che dopo Natale, ho lavorato al simulatore e in palestra – ha raccontato Bruno Senna dopo l’annuncio ufficiale dell’ingaggio - Mi sono sottoposto anche ad una valutazione in pista. Il team voleva capire il mio potenziale e farmi imparare tutte le procedure interne e le funzioni del volante prima dell’inizio dei test con la FW34″. Nel 2012 si ricomporrà la gloriosa accoppiata Williams-Renault:“Con il motore Renault nel 2011 in poche gare ho imparato molte cose - ha aggiunto il brasiliano – E’ un ottimo propulsore. Penso farà compiere un altro passo in avanti al team”.

    AYRTON SENNA. Ayrton Senna ha disputato solo tre gare con la Williams ma il suo nome si è ovviamente legato a quella macchina in modo indissolubile. Bruno non vuole pensare alla tragedia di Imola ma, semmai, al buon ricordo che lo zio ha lasciato nelle persone che ancora sono a Grove:“Molte persone che sono qua hanno lavorato con lui. Loro hanno molti bei ricordi e spero di crearne altri nuovi anche io”.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bruno SennaFormula 1 2017Williams F1