F1, Canada: Button beffa un Vettel addormentato

Formula 1 2011: Jenson Button vince il Gran Premio del Canada e racconta la sua incredibile vittoria! Vettel si lamenta dei propri errori per la sconfitta

da , il

    gran premio canada f1 2011 button

    Succede veramente di tutto nel Gran Premio del Canada di Formula 1 2011. Il commissario che rischia la vita mentre raccoglie i detriti rimasti in traiettoria è l’emblema del caos che ha regnato sul circuito di Montreal. Jenson Button vince alla grande mettendo la sua impresa direttamente nei libri di storia. Ad aiutarlo ci pensa un Sebastian Vettel decisamente sottotono che sottovaluta la situazione ed alla fine se ne va con la testa bassa.

    BUTTON. “E’ stata una gara incredibile. Sono passate tre ore dall’inizio della partenza. Non ho visto nulla nell’incidente con Lewis (Hamilton) ma mi devo scusare con lui. Poi è stata una battaglia. Ho preso un drive through per essere stato troppo veloce con la safery car. Poi, all’ultimo giro con Sebastian (Vettel), ho visto che lui è andato largo e l’ho infilato. Ripeto: è una vittoria incredibile, uno dei miei momenti migliori”.

    VETTEL. “Sono deluso. E’ stata una corsa difficile nella quale sono stato al comando fino all’ultimo giro. Sono stato troppo conservativo ed ho sbagliato. Pensavo di poter controllare Jenson Button ma ho fatto un errore all’ultimo giro. Ho bloccato troppo il posteriore. E’ stata colpa mia. Per lui è stato facile superarmi. Era facile sbagliare ed un secondo posto è un buon risultato. Molte auto non sono arrivate in fondo. Ma io avevo la corsa in pugno e in questo momento la mia sensazione non è delle migliori”.

    WEBBER. “Ho cercato di fare del mio meglio sfruttando la pista asciutta montando le slick prima degli altri ma non era facile anche perché alcuni avversari come Michael hanno molta esperienza e sanno cosa fanno. Alla fine l’ho superato ma devo dire che Jenson volava. Ho combattuto con lui cercando di essere corretto. Era facile fare errori oggi e devo dire che dopo tutto il terzo posto è ottimo”.