F1, Ecclestone ha trovato il suo erede?

F1 2011: Bernie Ecclestone ingaggia nella sua società David Campbell e secondo molti questo ingresso potrebbe delineare il successore dell'ottantenne patron della Formula 1

da , il

    ecclestone campbell formula 1

    Si chiama David Campbell e da qualche giorno è entrato nell’entourage di Bernie Ecclestone. Secondo alcuni potrebbe essere lui a prendere il posto dell’ottantenne patron della F1 in qualità di uomo che cura i diritti di immagine del Circus iridato. Campbell, intanto, sostituirà Paddy McNally dal primo gennaio 2011 e andrà al vertice della Allsport Management, una società che fa capo ad Ecclestone e che gestisce, tra le varie cose, le sponsorizzazioni in pista. Un giro d’affari stimato di quasi 400 milioni di dollari.

    BERNIE ECCLESTONE. Il freschissimo ottantenne Bernie Ecclestone ha più volte dichiarato di non sentire minimamente il bisogno della pensione. Tuttavia, secondo fonti a lui vicine, l’ingresso di David Campbell all’interno del Formula One Group è un segnale che Mr. E ha capito di non poter durare in eterno. Salito alla ribalta per la creazione della O2 Arena di Londra, Campbell prende il posto del pensionante Paddy McNally a capo della Allsport Management. “Avrà bisogno di un po’ di aiuto, perchè è una cosa completamente diversa da ciò che faceva alla O2. Ma spero che possa farcela: è un ragazzo dalla mentalità commerciale, perciò sono sicuro che non ci saranno problemi,” ha dichiarato il sempre arzillo Bernie Ecclestone confermando grande stima nei confronti di Campbell.

    TEST PIRELLI. Lasciando gli affari e tornando alla pista, ricordiamo che la Pirelli prosegue in fabbrica i lavori di preparazione per la stagione 2011 di F1. Dopo che il mese scorso Pedro De La Rosa ha lavorato sul circuito di Paul Ricard al volante della solita Toyota TF109 in versione laboratorio, il responsabile del progetto Paul Hembery, ha dichiarato:“Siamo veramente ad un ottimo punto”. Lo spagnolo ha aggiunto:“Sia nei run brevi che negli stint più lunghi ho sentito molta costanza. Questo dimostra che le gomme sono competitive ed hanno un livello costante nelle prestazioni. Abbiamo iniziato ad analizzare un gran numero di soluzioni, per fortuna siamo aiutati da una vettura sempre affidabile”.