F1, ecco perché Kubica può arrivare in Ferrari

Formula 1: il manager di Robert Kubica spiega che il pilota può lasciare la Lotus già a fine 2011

da , il

    robert kubica manaGER daniele morelli

    Ieri ci eravamo fatti una domanda provocatoria: perché mai si sentono voci di un Robert Kubica già in orbita Ferrari per la stagione 2012? Come è possibile che si possa concepire un’idea del genere se il polacco è sotto contratto per altri 12 mesi con la Lotus Renault? La risposta arriva dal manager del pilota di Cracovia che critica il modo in cui la scuderia di Enstone ha riportato le parole del suo assistito.

    ROBERT KUBICA. Sono due le importanti puntualizzazioni che Daniele Morelli vuole fare. Punto primo: Kubica non ha dichiarato di non essere pronto per correre nel 2012 ma ha solo detto che non potrà prender parte ai primi test stagionali previsti in febbraio. Punto Secondo: il contratto con la Lotus Renault scade adesso e non tra 12 mesi. “Non capisco perché la Renault ha cambiato le parole di Robert - ha dichiarato il manager – Non è vero che non sarà pronto per il 2012. Solo non è certo sulla sua forma fisica per i test di febbraio.” Poi Morelli, parlando del contratto, ha aggiunto:“Si conclude a dicembre, quindi da gennaio saremo liberi di andare dove vogliamo”. La controreplica di Boullier è arrivata immediatamente:“Non capiamo perché Morelli sia contrariato con noi. E’ stato lui ad approvare il nostro comunicato. Possiamo mostrare le e-mail”.

    KUBICA - FERRARI. Preso atto di queste novità contrattuali, assumono tutt’altro peso le voci di un Robert Kubica possibile nuovo uomo Ferrari già dal 2012. La sua presenza servirebbe per dare pressione a Massa ma al tempo stesso darebbe al polacco la possibilità di ritrovare la perfetta forma fisica senza troppe pressioni addosso vista l’assenza di imminenti scadenze da rispettare. A tal proposito, Morelli ha spiegato:“E’ un po’ in sovrappeso, ma le gambe sono quasi del tutto a posto e il gomito sarà liberato di ogni sostegno metallico tra una settimana. La sensibilità della mano va bene. Il suo unico limite ad oggi è la forza perché i suoi arti sono stati fermi per lungo tempo. Entro la fine di gennaio potrebbe essere a posto”.