F1, Ferrari 150° Italia: cambia ancora nome alla monoposto 2011

Formula 1 2011: cambia ancora il nome della monoposto Ferrari per la stagione 2011

da , il

    ferrari f150° italia

    Da oggi si chiama Ferrari 150° Italia. La Ferrari è stata costretta a cambiare nuovamente nome alla monoposto 2011. Inizialmente, lo ricordiamo, era stata battezzata Ferrari F150. Le proteste della Ford che da anni commercia in America un pick-up dal nome F150, appunto, avevano costretto la scuderia italiana a modificare la dicitura in F150th Italia. Anche questa soluzione, però, non ha accontentato il colosso dell’auto ed a Maranello sono stati obbligati a tirar fuori la terza opzione: Ferrari F150° Italia. L’ultima. La definitiva.

    FERRARI 150° ITALIA. Si è tolta la lettera “F” davanti al numero 150. Era quella che dava fastidio. Poi si è sostituito il “th” con un bel “esimo” all’italiana. Giustamente l’anniversario è il nostro. Perché dirlo all’inglese? La monoposto Ferrari che scenderà in pista nella stagione 2011 di Formula 1 si chiamerà Ferrari 150° Italia. Semplicemente Ferrari centocinquantesimo per gli amici. Ferrari del 2011 per chi vuole farsi intendere a scanso di equivoci. La modifica è definitiva. Assicurano da Maranello.

    FERRARI MARANELLO. La Ferrari ha annunciato l’ennesimo cambio di nome con un comunicato stampa non privo di polemiche. “Può sembrare una vicenda kafkiana - si legge nella nota – ma la vicenda del nome della monoposto con cui Fernando Alonso e Felipe Massa affronteranno quest’anno il Campionato del Mondo di Formula 1 ha vissuto negli ultimi giorni l’ultima e decisiva puntata”. La Ford, produttrice da anni di un pick-up chiamato F150 ha ritirato la citazione in giudizio nei confronti della Ferrari. In cambio ha ottenuto, come detto, la sparizione della lettera F davanti al numero 150. “La Casa di Maranello ha deciso che il nome della vettura perderà quella F che precede il numero 150 – ricordiamo che la lettera F è sempre comparsa davanti alle creazioni di Maranello, tanto in quelle da corsa che in quelle da strada – a quanto pare, tanta agitazione sembra poter creare nelle menti dei consumatori d’Oltreoceano; con l’occasione, il nome sarà completamente italianizzato con la sostituzione del th con l’analogo simbolo utilizzato nella nostra lingua”, ribadisce piccato l’ufficio stampa del Cavallino Rampante.