F1, Ferrari: Alonso aspetta a fare i calcoli

Formula 1: Fernando Alonso studia la situazione ma aspetta a fare i calcoli

da , il

    f1 2010 alonso ferrari

    Nella lotta finale della stagione 2010 di F1 tra Alonso, Webber e Vettel, tra Ferrari e Red Bull, sembra voglia inserirsi la McLaren. Fernando Alonso studia la situazione stando nell’ombra. Quello che il pilota spagnolo vuole capire è se Lewis Hamilton sarà in grado di vincere il Gran Premio di Abu Dhabi togliendo punti importanti a Mark Webber e Sebastian Vettel o se, invece, si metterà nel mezzo agevolando involontariamente la corsa trionfale del team austriaco. Per avere una prima indicazione non resta che attendere le qualifiche.

    FERRARI. La prima giornata di prove libere è stato giudicata positivamente dai vertici del team di Maranello e dai piloti. Stefano Domenicali:“Sappiamo bene quale sia il nostro obiettivo e daremo il massimo per ottenerlo, senza stare a fare troppi calcoli”, confessa il team principal Ferrari. “Abbiamo di fronte avversari fortissimi come la Red Bull e la McLaren: batterli sarà molto difficile ma non lasceremo nulla d’intentato”, aggiunge Domenicali ai giornalisti durante la conferenza stampa che segue le prove libere. Maggiori dettagli sullo stato di salute della Ferrari F10 arrivano da Chris Dyer:“Possiamo dire a ragion veduta che è stato un venerdì simile a tanti altri di questa stagione. Fernando non ha avuto problemi ed è abbastanza contento del comportamento della sua monoposto sul giro secco mentre, probabilmente, c’è ancora da lavorare sulla distanza, anche perché su questa pista le gomme sembrano avere un degrado maggiore di quello che si è visto solitamente su altri tracciati - spiega l’australiano – Dobbiamo cercare di alzare ancora il livello della nostra prestazione, soprattutto in vista della qualifica, che sarà la fase cruciale di questo fine settimana”, conclude.

    FERNANDO ALONSO. “Siamo piuttosto soddisfatti del livello di competitività della vettura e della facilità con cui si guida ma siamo anche consapevoli che c’è ancora del potenziale da tirare fuori per andare più veloce”, questo è il pensiero di Alonso il quale si mostra soddisfatto della corrispondenza tra i dati del simulatore e quelli reali che sono venuti dall’asfalto di Abu Dhabi. “Inutile oggi mettersi a fare speculazioni sui possibili scenariche potranno verificarsi in gara – aggiunge lo spagnolo – concentriamoci su noi stessi e su come far andare più veloce la macchina.” Secondo Alonso la Ferrari potrà dire la sua anche in qualifica ma dovrà stare attento a non commettere errori perché i distacchi saranno minimi ed anche una piccola sbavatura sarà determinante.