F1, Ferrari: Alonso infastidito dai giornalisti

Formula 1: Fernando Alonso accusa i giornalisti di mettere troppa pressione alla Ferrari sulle novità portate in pista che, in realtà, servono solo in ottica 2012 e non per vincere quest'anno che, ormai, è andato

da , il

    fernando alonso ferrari giornalisti 2011

    Fernando Alonso non ha apprezzato l’interesse dei giornalisti per la nuova ala anteriore che la Ferrari ha portato in pista durante il Gran Premio di Corea. Il pilota spagnolo ha tenuto a sottolineare che non ha senso ragionare su questa nuova soluzione tecnica come se fosse un aggiornamento della monoposto del 2011. Lo sviluppo della 150° Italia si è concluso da più di un mese. Tutto quello che di nuovo arriverà è solo in ottica 2012. Nessuno a Maranello cerca una crescita prestazionale. Quello che interessa al box del Cavallino è raccogliere dati e fare esperienza.

    FERNANDO ALONSO. Secondo l’asso di Oviedo, i giornalisti non c’hanno capito nulla sul lavoro che la Ferrari sta portando avanti in queste ultime gare del calendario 2011 di Formula 1. Altrimenti, a suo dire, non si spiegherebbe come mai la nuova ala anteriore stesse suscitando tutto questo interesse:“Credo che questa cosa riguardi il team e non i giornalisti - ha commentato – le ultime gare della stagione ci serviranno come apprendistato per il 2012. Non ci interessa guadagnare o perdere un decimo. Ciò che conta è trovare una direzione da seguire per la monoposto del prossimo anno. Abbiamo un obiettivo specifico da raggiungere ma voi giornalisti non siete in grado di capirlo…”

    FERRARI. L’obiettivo è il 2012. Al 100%. “Non credo che i lettori siano interessati a sentirmi parlare di tre o quattro punti di carico aerodinamico. Vogliono sapere in che posizione siamo o se stiamo lavorando per l’anno prossimo come stiamo facendo. I dettagli non contano – ha affermato lo spagnolo anticipando che la Ferrari non farà grossi salti in avanti quanto a prestazioni – da qui a fine campionato sperimenteremo anche nuovi approcci al weekend di gara ma non aspettatevi grossi cambiamenti. In India prevediamo di essere quarti o quinti in qualifica e terzi o quarti in gara”. Fernando Alonso è stato chiaro. Non lamentiamoci, poi, di non essere stati avvisati.