F1, Ferrari: Bianchi più veloce di Perez nel test di Fiorano

Formula 1: commenti e resoconto del test Ferrari effettuato da Jules Bianchi e Sergio Perez della Ferrari Driver Academy a Fiorano

da , il

    jules bianchi sergio perez test ferrari f1

    Jules Bianchi e Sergio Perez sono scesi ieri in pista al volante di una Ferrari di Formula 1 nel test organizzato dalla Ferrari Driver Academy. Al termine di un’intensa giornata sul circuito di Fiorano, il francese ha fermato i cronometri sull’1.00.213 migliorando il tempo di 1.00.650 fatto segnare in precedenza dal più esperto messicano, attualmente già nella massima categoria al volante della Sauber. E’ proprio Perez il candidato numero 1 per la sostituzione di Felipe Massa al termine della stagione 2012 quando, con molta probabilità, terminerà l’avventura Rossa del brasiliano.

    SERGIO PEREZ. E’ stato il pilota Sauber il primo a scendere in pista sotto la supervisione di Luca Baldisserri, responsabile del programma Ferrari Driver Academy. il vivaio per giovani talenti messo in piedi dalla Scuderia italiana. “Oggi per me è un giorno davvero speciale – ha dichiarato Sergio PerezGirare con una Ferrari è un sogno per me, come è importante per la mia carriera imparare da una squadra come questa, conoscere un diverso approccio al lavoro”. L’accademia Ferrari non vuole solo insegnare a guidare ma anche a comportarsi al di fuori della pista. Dichiarazioni fatte ai giornalisti comprese. Non stupisce, allora, che Perez se la sia cavata con molta diplomazia quando è stato messo di fronte all’eventualità di diventare il nuovo compagno di Fernando Alonso a partire dal 2013:“L’obiettivo per ora è fare bene. Impossibile prevedere come andrà, il mio sogno è quello di diventare Campione del Mondo e sarebbe bello se ciò potesse accadere con una squadra come questa. L’esperienza con la Ferrari Driver Academy mi ha dato molto”.

    JULES BIANCHI. “Abbiamo fatto tanti giri ed è stata ancora una volta un’esperienza molto positiva per me, perché sono tanti chilometri che contano molto per il futuro che vorrei in Formula 1 - ha detto Bianchi ricordando che, in quailtà di terzo pilota Ferrari, potrà scendere in pista sul circuito di Abu Dhabi al termine della stagione nel test collettivo previsto dalla FIA – sarà davvero interessante passare dalla vettura 2009 alla 2011, un’occasione importante per provare novità assolute per me come il DRS e il KERS”.

    FERRARI DRIVER ACADEMY. Poco vuol dire il raffronto cronometrico tra le prestazioni dei due piloti. Ad altro serviva questo test, come spiega Luca Baldisserri:“Oggi abbiamo seguito due diversi programmi con Perez e Bianchi. Di Sergio sono rimasto impressionato positivamente, nonostante fosse la sua prima volta al volante di una Ferrari ha dimostrato di essere un pilota aggressivo e veloce fin dall’inizio, più maturo della sua età. Con Bianchi, insieme a noi dallo scorso anno, abbiamo utilizzato una vettura strumentata con particolari sensori per fare studi sulla correlazione tra vettura vera e simulatore: lui infatti ha fatto molti più giri, che chiamerei ‘interlocutori’, perché rivolti principalmente alla raccolta di dati”.