F1, Ferrari: crescere oggi per vincere nel 2012

Formula 1 2011: la Ferrari non abbandonerà lo sviluppo della vettura del 2011 perché questo servirà per fare un progetto vincente nel 2012

da , il

    ferrari felipe massa fernando alonso f1 2011 2012

    La Ferrari ha diversi obiettivi ancora da raggiungere nel corso della stagione 2011 di Formula 1. Sebbene la conquista dei titoli mondiali appaia pressoché impossibile, gli uomini del Cavallino vogliono continuare a crederci. Questo sentimento deve essere la spinta “psicologica” per risolvere tutti i problemi principali, vedi scarso feeling con le gomme dure Pirelli, del progetto 150° Italia in modo tale che la monoposto 2012 nasca sotto una luce migliore. Inoltre, il cambio di regolamenti che vieta il soffio dello scarico sul diffusore, fa incrociare le dita a Stefano Domenicali. C’è una possibilità, pur se remota,di una rivoluzione nei valori in campo.

    FERRARI – MASSA. Felipe Massa atterra in Gran Bretagna preparatissimo. La Ferrari ha studiato molto per superare l’esame Silverstone. Si è presentata sullo storico tracciato inglese con tante novità tecniche e con ore ed ore di prove al simulatore.“Abbiamo simulato anche le nuove mappe motore oltre a valutare alcune nuove soluzioni che speriamo di utilizzare a Silverstone questo weekend”, ha raccontato il vicecampione del mondo 2008. “Abbiamo un’idea di massima dalla simulazione ma dobbiamo confermarla sul campo venerdì nelle prove libere per esserne sicuri - ha aggiunto – Penso che saremo competitivi ma dobbiamo aspettare e vedere come andranno le cose su un tipo di pista su cui, all’inizio dell’anno, non lo eravamo di certo.

    FERRARI F1 2012. Secondo il pilota di San Paolo la Ferrari, tanto che sia dentro o fuori dalla lotta per il titolo mondiale, fa bene a puntare a vincere ognuna delle gare che restano da qui alla fine della stagione:“Realisticamente, Sebastian Vettel dovrebbe fare delle pazzie per perdere il titolo ma noi non dobbiamo mollare. Vincere qualche gara sarebbe molto positivo e dimostrerebbe che stiamo facendo un buon lavoro. E poi non dobbiamo dimenticare che ogni miglioramento riusciamo ad apportare a questa macchina può essere importante anche in chiave 2012, quando non ci saranno grandi modifiche regolamentari: le macchine rimarranno più o meno simili a quelle attuali. Una buona macchina adesso rappresenta un buon passo avanti per il 2012″.