F1, Ferrari: Felipe Massa pilota fantasma [video incidente GP Giappone 2010]

Formula 1: commento al GP del Giappone 2010 di Felipe Massa e alla delicata situazione del pilota Ferrari che esce per incidente alla prima curva (vedi video partenza)

da , il

    Una riflessione che investa Felipe Massa dopo l’incidente al via del GP del Giappone è da farsi. Adesso. Il pilota Ferrari non si è visto a Suzuka. Fernando Alonso ha detto che può vincere il mondiale anche senza il suo aiuto ma la Scuderia del Cavallino Rampante punta a fare bene anche nel campionato costruttori. E, in ogni caso, pur senza dover stare davanti allo spagnolo per poi farlo passare, se il brasiliano avesse tenuto la scia del compagno di squadra i rivali avrebbero qualche punto in meno in classifica. Punto probabilmente decisivo quando a fine stagione si tireranno le somme.

    FELIPE MASSA. A Singapore è stato sfortunato. In realtà Felipe Massa, da dopo il Gran Premio di Germania, non è mai stato in grado di tenere la scia di Fernando Alonso. Già nelle scorse settimane in molti invocavano un suo addio dalla Ferrari. Persino qualcuno dei suoi fan lo chiedeva “per il suo bene”. “Una giornata davvero stregata per me! Stamattina in qualifica, complice il traffico, non sono riuscito ad entrare in Q3. Oggi pomeriggio, in gara, non sono riuscito nemmeno a fare le prime due curve - si legge sul sito Ferrari - Al via Rosberg davanti a me era partito male ed io prima ho cercato di spostarmi a sinistra ma stava arrivando Sutil. Poi sono andato a destra ma, nella manovra, mi sono ritrovato sull’erba e sul cordolo. Lì la macchina è partita per conto suo, non sono riuscito ad impostare la prima curva e sono finito contro la Force India di Liuzzi”.

    FERRARI. Sono arciconvinto che se Felipe Massa avesse avuto altri stimoli sarebbe riuscito ad infilarsi in Q3 e avrebbe aiutato la Ferrari a prendere punti importanti per il campionato costruttori. “E’ un peccato, perché, come ha anche dimostrato Fernando, la nostra monoposto in gara poteva tenere un buon ritmo e avrei potuto lottare per un piazzamento in zona punti – ha ammesso il pilota di San Paolo – Queste ultime due gare sono state frustranti per me ma abbiamo visto tante volte quest’anno come la situazione possa cambiare velocemente: cercherò di fare il massimo negli ultimi tre Gran Premi”, ha concluso. Io aggiungo: la Rossa non lo caccerà sebbene sia decisamente delusa per lo scarso contributo che sta dando. Ma sono molto in sintonia con quella parte dei suoi estimatori che gli consiglia di prendere in mano la situazione e… cambiare aria.