F1, Ferrari in Belgio per fare bottino pieno

Formula 1: la Ferrari va in Belgio sul circuito di Spa-Francorchamps per il primo Gran Premio dopo la sosta estiva con intenzioni bellicose: la macchina avrà una novità importante al diffusore ma il vero nemico sarà la pioggia!

da , il

    F1, Ferrari in Belgio

    AP/LaPresse

    La Ferrari ha chiamato campagna del Belgio la trasferta di Spa-Francorchamps. Questo la dice lunga sulle intenzioni pericolose con le quali Stefano Domenicali ed i suoi uomini si avvicinano al primo appuntamento del mondiale F1 2010 dopo la lunga sosta estiva. Atterrati ieri nel tardo pomeriggio all’aeroporto di Liegi, i meccanici hanno iniziato questa mattina ad assemblare le F10 di Felipe Massa e Fernando Alonso. Le due monoposto avranno una bella novità nello scarico posteriore. Intanto da Maranello fanno sapere che il lavoro per il 2011 si sta intensificando. E dall’Inghilterra arriverà un nuovo tecnico.

    GP BELGIO F1. L’obiettivo è quello di proseguire la serie positiva. E fare qualcosa meglio del Gran Premio di Ungheria dove, nelle tortuosità dell’Hungaroring, è stato impossibile battagliare ad armi pari con la Red Bull. Spa-Francorchamps fa paura almeno per un paio di motivi. Primo, i curvoni veloci hanno già fatto naufragare una volta la Ferrari F10 (vedi GP di Turchia). Secondo, la pioggia, data per certa tra le Ardenne, raramente è stata amica del team italiano. La risposta di Domenicali passa per il nuovo diffusore posteriore. Secondo l’imolese è quello che ci vuole per avere una monoposto veloce e competitiva dappertutto! Quanto al maltempo, si può notare come la sfortuna si sia già accanita a sufficienza sulle Rosse. Per cui chissà che alla fine non tocchi a qualcun altro stavolta essere vittima della sorte. Una cosa, infatti, è certa: quella di domenica non sarà una corsa tranquilla…

    STEFANO DOMENICALI. Il team principal della Ferrari ricorda Rubens Barrichello che si appresta a festeggiare la 300a partecipazione ad un GP di F1. Un record:“Rubens raggiungerà un traguardo davvero prestigioso. A nome di tutta la Ferrari voglio fargli le mie congratulazioni e augurargli il meglio: è stato parte della nostra squadra durante un periodo fantastico e ha contribuito in maniera significativa ai nostri successi di allora”, ha dichiarato Domenicali. Nei sei anni in Rosso Barrichello ha collezionato nove vittorie, undici pole position, 55 piazzamenti sul podio, 15 giri veloci in gara. Per due volte è stato vicecampione del mondo (2002 e 2004).

    TECNICI INGLESI IN FERRARI. Continua la campagna acquisti della Ferrari. Il mercato preferito da Stefano Domenicali, in barba alla filosofia made in Italy voluta da Montezemolo, è l’Inghilterra. L’ultimo nome sulla lista è quello di Neil Martin della Red Bull. Passati 6 anni in McLaren, era da tre nel team austriaco in qualità di responsabile delle operazioni strategiche. Uscito da Milton Keynes, potrebbe essere il nuovo stratega del Cavallino. Dopo i tanti errori delle ultime due stagioni, era ora. Intanto, gli attuali cervelli del muretto Ferrari hanno proprio nel GP del Belgio una bella occasione per invertire la tradizione sfavorevole in tema di tattiche di gara.