F1, Ferrari: in Belgio tra attese e sorprese

F1, Ferrari: in Belgio tra attese e sorprese
da in Circuito Spa Francorchamps F1, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Belgio F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1, Ferrari: in Belgio tra attese e sorprese

    Il Gran Premio del Belgio 2016 di Formula 1 arriva al momento giuso per la Ferrari? O nel più sbagliato? In una pista di motore, sulla quale i sorpassi sono più che possibili per chi ha un buon passo gara, la Rossa deve dimostrare di avere ancora armi per contendere alla Red Bull quantomeno il secondo posto in classifica mondiale. E’ da questa speranza che vuole partire, una volta consumata la pausa estiva e messe in ordine le idee, l’era di Mattia Binotto a capo dell’area tecnica. Per seguire insieme a noi la gara del Gran Premio del Belgio LIVE in diretta web, BASTA CLICCARE QUI!

    Sulla carta, c’è una bella gara da giocarsi per la Ferrari. C’è una bella sfida contro le Red Bull che vedrà vincere solo il migliore. Sulla carta, dicevamo. Nella realtà, Spa-Francorchamps nasconde innumerevole insidie. Prima fra tutte, l’incognita meteo:”Qui è capitato di trovare sole da una parte della pista e pioggia dall’altra. È importantissimo tenersi pronti a questa variabilità”, ha ricordato Riccardo Adami su ferrari.com. “La pista mette a dura prova la vettura dal punto di vista aerodinamico. Qui occorre trovare il giusto compromesso tra il secondo settore, che è il più guidato, e i lunghi rettilinei della prima parte e di quella finale della pista. La Power Unit è molto sollecitata perché si ha un tratto in full throttle molto lungo, poco meno di 2 km e l’ultima parte di Blanchimont si percorre tutta in pieno. L’impianto frenante non è molto sollecitato. Dovremo però trovare anche qui il giusto bilanciamento perché quando si arriva, soprattutto in qualifica. all’ultima chicane, per il pilota è sempre importante trovare la determinazione e la concentrazione per non sbagliare”, ha aggiunto l’ingegnere di pista di Sebastian Vettel.

    In tanti hanno ottenuto gloria sul circuito del Gran Premio del Belgio. Ma c’è un solo Re a Spa ed è Kimi Raikkonen. Fino a prima di passare ai Rally, Iceman vantava prestazioni incredibili, numeri da capogiro, era praticamente sempre vincente sulla pista delle Ardenne ogni volta che è riuscito a tagliare il traguardo. Ultimamente ha perso un po’ di smalto anche a causa di monoposto non più all’altezza della situazione ma se c’è una gara in cui può fare magie, è sicuramente questa. “È un circuito vecchio stile, con salite e discese – ha ricordato Raikkonen – La differenza rispetto ad altri tracciati è il fatto di essere in mezzo al nulla. Il circuito mi piace, anche se l’ultima chicane è stata leggermente modificata negli anni passati. Le condizioni a volte possono essere difficili, ma di solito si riesce a sorpassare ed è bello sia per i piloti che per gli spettatori. In TV è difficile da capire, solo quando sei lì comprendi quanto siano ripide le salite”.

    623

    PIÙ POPOLARI