F1, Ferrari: in Corea tornano i vecchi errori

Formula 1: la Ferrari delude nel Gran Premio di Corea 2011

da , il

    ferrari corea 2011 errori muretto alonso

    Era da qualche tempo che non ci si ritrovava a parlare di errori strategici della Ferrari. Nel Gran Premio di Corea 2011 va in scena qualcosa di francamente difficile da capire. A fine gara Fernando Alonso non è deluso. Anzi, giustifica il mezzo pasticcio con la volontà da parte del box di tentare qualcosa di alternativo. Visto il passo di gara dello spagnolo a pista libera, però, risulta difficile capire come mai non sia stata anticipata di un solo giro la sua prima sosta. Questa banale manovra gli avrebbe consentito di restare in scia di Mark Webber anziché bloccato nel traffico. Stavolta in palio non c’era nulla. Ma se un errore di questo genere fosse fatto durante un campionato che si decide per una manciata di punti?

    FERNANDO ALONSO. Il pilota spagnolo non sembra curarsi molto di quanto accaduto. In Corea è stata sprecata un’occasione unica per la Ferrari:Le Red Bull e le McLaren sono un piccolo passo davanti a noi. In qualifica non possiamo lottare con loro. In gara, invece, sempre finiamo in un gruppo tutti attaccati. Siamo alle solite, con il miglioramento da sabato a domenica. Stiamo provando delle novità e delle cose nuove. Rischiamo con strategie ed altro. Ci sono stati dei momenti interessanti e divertenti tuttosommato. Speriamo di fare meglio in India”.

    FELIPE MASSA:“All’inizio eravamo tutti insieme a causa del degrado delle gomme ed abbiamo accumulato distacco dai primi. Nel primo pit stop ho perso tempo perché passavano delle macchine. Nella seconda sosta sono uscito dietro ad altre vetture più lente di me ed ho perso una posizione. Nel finale il passo è migliorato e siamo arrivati al livello degli altri. Al primo stint, però, loro erano ancora nettamente meglio di noi”.

    FERRARI – DOMENICALI:“Vettel a parte, le altre macchine erano tutte molto vicine. Abbiamo pagato una performance non all’altezza dei rivali durante le qualifiche e quando parti indietro è difficile recuperare. Abbiamo soprattutto mostrano un gran passo gara nella seconda parte. Nella prima abbiamo faticato. E’ stato un buon risultato soprattutto se si considera che abbiamo lavorato, vedi nuova ala anteriore, in prospettiva per la macchina nuova del 2012″.